Lucca, morti due operai montando i luminari per la processione: precipitano da una gru

Una vera tragedia quella avvenuta a Lucca, dove nella giornata di ieri sono morti due operai crollando da una gru. Stavano installando le luminarie per la strada quando il braccio della gru ha ceduto e loro, due operai di 61 e 54 anni, sono stati sbalzati fuori dal carrello precipitando per oltre 10 metri.

Le vittima si chiamavano Eugenio Viviani di Luca e Antonio Pellegrino di Capannori, morti nel pomeriggio di ieri in via Vittorio Veneto proprio a due passi da piazza San Michele nel centro storico della città toscana; i due erano dipendenti di una cooperativa della zona che stava preparando le luci per la processione di Santa Croce in programma per la serata del 13 settembre. L’incidente pare sia avvenuto intorno alle ore 16:30, davanti al palazzo petrolio e gli operai pare siano caduti da un altezza di circa 10 metri e mentre uno è deceduto praticamente sul colpo, il collega è rimasto ferito in modo grave e trasportato in ospedale dove poi è deceduto subito dopo.

“Ancora un incidente mortale sul lavoro. In una settimana la Toscana è stata funestata da ben tre morti sul lavoro. A pochi giorni di distanza dal rogo di Vaiano, in cui sabato scorso hanno perso la vita due operai cinesi, ci troviamo a piangere un altro morto, e un suo collega gravemente ferito. Voglio prima di tutto esprimere il mio dolore e la mia vicinanza alle famiglie dei due operai. E’ davvero inaccettabile che oggi si debba ancora morire in questo modo”, è questo quanto dichiarato nel corso della giornata di ieri dal presidente della Toscana Enrico Rossi, commentando la notizia della morte di un operaio a Lucca precipitata dalla gru da un’altezza di oltre 10 metri.

Rossi prosegue sostenendo che la lista degli infortuni mortali sempre di più si allunga visto che questi eventi tragici si susseguono con una frequenza drammatica. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia e carabinieri per capire le cause dell’incidente, al quale purtroppo fare abbiano assistito diversi passanti e turisti; le forze dell’ordine hanno provveduto a transennare l’area per favorire le operazioni dei soccorritori e degli inquirenti.

Al momento non è ancora stata accertata la dinamica dell’incidente, soprattutto la causa ma molto probabilmente a provocare la caduta pare sia stata un problema al braccio meccanico che si è spezzato, facendo precipitare due uomini ma ovviamente le indagini sono ancora in corso per capire e definire le cause. Intervenuto nel corso della giornata di ieri anche il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, il quale ha dichiarato che si tratta di una tragedia e che in seguito alla morte dei due operai non ci sarà più illuminazione ne saranno sparati i fuochi d’artificio. Il Comune proclamerà il lutto cittadino nel giorno dei funerali che però ancora non sono fissati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.