Lutto nel mondo della moda, morta la storica stilista Carla Fendi

0

È morta a 80 anni Carla Fendi, uno dei pilastri dello storico marchio italiano e presidente onorario di Fendi.La donna era da tempo molto malata ed è venuta a mancare all’affetto dei suoi cari nella sua casa di Roma.

Lutto nel mondo della moda. Carla passa dall’amministrazione alla progettazione e dagli anni sessanta si dedica anche al settore delle relazioni pubbliche puntando soprattutto sul mercato americano, che porterà Fendi a conquistare il mondo. Grazie al lavoro delle figlie, tra cui Carla, l’azienda ha saputo entrare in contatto con gli stilisti emergenti, mantenendosi al passo con i tempi, caso esemplare la collaborazione continuativa con Karl Lagerfeld. Nel 1999 la casa romana si è unita al gruppo LVMH e Prada. Speroni si è spento nel 2013 dopo una breve malattia, solo qualche anno dopo il festeggiamento delle nozze d’oro con l’orchestra di Arbore e 400 ospiti. Da sempre amante, insieme al marito, di arte e musica, nel 2007 aveva creato la Fondazione Carla Fendi che opera con azioni di mecenatismo allo scopo di supportare le arti, l’artigianato e il sociale.

La scorsa notte si è spenta a Roma Carla Fendi. La stilista aveva 80 anni e da tempo era gravemente malata.
Carla Fendi, attualmente ricopriva il suolo di presidente onorario del Gruppo Fendi, ha legato la sua vita allo storico marchio al cui successo ha contribuito con le quattro sorelle. Carla entra nell’azienda di famiglia alla fine degli anni ’50, giovanissima, per lavorare a fianco delle sorelle Paola, Anna, Franca e poi Alda. Il suo impegno nell’azienda è poliedrico: spazia dall’amministrazione alla progettazione, per poi approdare, negli anni, Sessanta, al settore delle pubbliche relazioni. È lei, grazie al suo intuito, che sposta l’attenzione mediatica della sua Casa verso gli Stati Uniti d’America e sul mercato americano in generale. Una scelta che la porterà a conquistare il mondo della moda.

Al suo nome sarà indelebilmente affiancato quello di un altro grande stilista di livello mondiale: Karl Lagerfeld: il loro sodalizio artistico durerà mezzo secolo, nel quale scrissero alcune delle più importanti pagine della moda italiana e internazionale.
Per quanto riguarda la sua vita privata, Carla negli anni Sessanta incontra Candido Speroni, che sarà al suo fianco per cinquant’anni: «Non mi ha mai dato fastidio avere una moglie più famosa di me. Anzi, mi inorgoglisce», è una delle frasi celebri di un uomo che, per amore della sua Carla, aveva abbandonato la carriera da farmacista, mettendosi al servizio della Maison. Fino al 2013, quando si spense a seguito di una breve malattia.

Marito e moglie, però, non si dedicarono solo alla moda. Amanti entrambi di arte e musica, i due nel 2007 diedero vita alla Fondazione Carla Fendi che opera con azioni di mecenatismo allo scopo di supportare le arti, l’artigianato e il sociale. La Fondazione negli anni ha promosso eventi e supportato progetti nell’ambito della difesa ambientale.
Ha istituito anche un premio che nel 2016 è andato ad Antonio Pappano. Oltre al Festival dei Due Mondi, la Fondazione sostiene dal 2010 l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in qualità di socio mecenate. E tanto altro ancora.

Rispondi o Commenta