Mal di schiena, antinfiammatori sono inutili: ecco le soluzioni alternative

Oltre 10 milioni di italiani di ogni età – uomini e donne – soffrono di mal di schiena, dolori al collo e agli arti superiori, e la maggior parte di loro non ha ancora trovato il rimedio giusto per contrastarli.  Il dr. Sarno ha scoperto che la maggior parte dei problemi articolari non è dovuta a patologie ossee ma alle tensioni nervose: all’origine c’è un meccanismo psicologico che blocca l’emergere di certe emozioni (ansia, rabbia, paura del dolore o di una reale malattia muscolo-scheletrica…); in sostanza, la mente «si distrae» da una sofferenza più profonda colpendo muscoli, nervi, tendini e legamenti. Il programma messo a punto da Sarno è mirato a rendere consapevoli gli individui del meccanismo interiore scatenante e ad aiutarli a superare il dolore in 2-6 settimane.

I conosciuti farmaci antinfiammatori, ad esempio aspirina e ibuprofene, sono una lieve soluzione nel combattere il mal di schiena. Lo dice una ricerca , riportata dall’Ansa, su 35 sperimentazioni randomizzate, che hanno coperto oltre 6000 persone che usavano antidolorifici antinfiammatori. Condotta dal George Institute for Global Health di Sydney ha rivelato che i farmaci noti collettivamente come ‘non-steroidal anti-inflammatory drugs’, o NSAIDs, offrono benefici appena superiori ai placebo. Lo studio, pubblicato su Annals of the Rheumatic Diseases, indica che su 6 pazienti trattati con farmaci antinfiammatori solo uno ha ricevuto benefici clinicamente importanti nel breve termine. E i benefici erano superati da gravi effetti collaterali, come ulcere gastriche e sanguinamento.

Gli antidolorifici non sono una risposta al dolore alla schiena, avvertono i ricercatori. “I risultati mettono in luce la necessità urgente di sviluppare nuove terapie e di dedicare più attenzione alla prevenzione” aggiungono. L’attività regolare aiuta a tenere lontano il dolore alla schiena e le persone dovrebbero scegliere l’esercizio che piace loro di più. Quando il dolore colpisce, di solito scompare antro un paio di settimane, ma se persiste, gli studiosi raccomandano la fisioterapia.

Questa informazione è rivolta ad un’ampia platea, dal momento che il 10% della popolazione mondiale si lamenta del mal di schiena ed il mal di schiena è la causa di un terzo della disabilità causata dal lavoro, secondo recenti studi pubblicati su riviste di Reumatologia. Ma non è da dimenticare che i medici hanno a disposizione rimedi molto più efficaci di questi farmaci analgesici di classe I e altre terapie per alleviare coloro che soffrono di più.

Schiena, come la postura influenza il benessere fisico ed emotivo. Il libro

La postura è un fattore chiave del nostro benessere: da essa non dipende solo la salute della schiena ma del nostro corpo nella sua interezza. Lo spiega il libro di Laura Bertelè “Dipende dalla schiena” (Ed.Mondadori). A influenzarla sono sia fattori meccanici e fisiologici, sia i nostri vissuti emotivi e sensoriali: un insieme complesso e articolato che si traduce in quella postura che è solo nostra e ci contraddistingue. Come i tronchi degli alberi sono modellati dall’ambiente che li circonda, così gli uomini sono meravigliose sculture viventi, plasmate dalla vita.

Il libro di Laura Bertelè “Dipende dalla schiena” (Ed.Mondadori)

Laura Bertelè, medico ortopedico, vanta una lunghissima esperienza clinica, maturata dapprima lavorando al fianco di Françoise Mézières e poi integrando il suo rivoluzionario metodo di rieducazione posturale con la lettura emozionale del corpo. In “Dipende dalla schiena”, raccoglie i consigli che da anni offre ai suoi pazienti e agli allievi dei suoi corsi di formazione. Partendo dalla propria esperienza professionale e personale, in questo libro Laura Bertelè insegna a correggere i più comuni difetti di postura e a prevenire così molti problemi di salute, nelle diverse fasi della vita: durante la gravidanza, l’infanzia, l’adolescenza, fino all’età adulta e matura.

Un libro chiaro e indispensabile, che illustra gli esercizi fondamentali e alcuni semplici accorgimenti da adottare nella vita di tutti i giorni per mantenere l’elasticità dei muscoli e delle articolazioni. E ottenere una postura più armonica, più sana, oltre che più bella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.