Napoli, denuncia choc dall’ospedale: “Paziente abbandonata in letto pieno di insetti”

“Una cosa veramente indegna”. L’ho inviata anche per vedere tutte le responsabilità e quindi fare un’accertamento sulla direzione dell’ospedale e su quello che è accaduto nel reparto e agli altri pazienti.

All’ospedale San Paolo di Napoli arrivano i carabinieri dei Nas e gli ispettori della task force ministeriale. “Ovviamente e’ stato bloccato l’accesso al reparto per altri pazienti”, dice il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

La degente è ricoverata presso il nosocomio della città partenopea a causa di uno choc settico post frattura ed è sotto antibiotici. Il direttore sanitario dell’ospedale, Vito Rago, ha annunciato di aver avviato anche un’indagine interna “per attribuire, quando vi fossero le dovute responsabilità“. “Spero che chi specula sulla pelle dei malati ovunque stia in galera per un bel po’ di tempo”.

Anche il leader della Lega Matteo Salvini ha voluto dire la sua sulla vicenda.

Denuncia shock all’ospedale San Paolo. Una mancanza di igiene, per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti“, che non si può accettare in un luogo che dovrebbe essere addirittura asettico.

“Il reparto ora è pulito: si stanno facendo dei lavori per l’impianto dell’ossigeno, e c’è un problema che riguarda gli alberi, perché abbiamo dei rami che sporgono fino al balcone, e al di là di questo episodio la signora è stata curata”, ha spiegato De Luca, prima di lanciare l’affondo contro una sanità – quella campana – “che è un disastro, è stata per tanti decenni al servizio della politica politicante, inquinata da camorristi e affaristi di ogni tipo”. Auspicabile è la rimozione immediata di tutti i responsabili e i membri del reparto che hanno permesso una vicenda simile. Poi Borrelli incalza: “Non possiamo accettare che i pazienti siano trattati in questo modo e non accettiamo giustificazioni superficiali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.