Allerta maltempo Italia, torna il freddo: Temperature in picchiata anche in pianura, previsioni oggi, domani e dopodomani

Da martedì crollo di oltre 10 gradi delle temperature che scenderanno sotto la media stagionale in molte regioni portando anche neve sotto i mille metri. Il tempo sull’Italia sarà generalmente instabile con annuvolamenti e schiarite.

Le temperature oltre la media stagionale dei giorni scorsi, ci avevano illuso che nessuna coda dell’inverno avrebbe potuto portarci indietro, invece quella coda è arrivata e da un giorno all’altro, in pianura, siamo passati dai 20 a 11 gradi, con le minime non superiori a 5. In montagna è tornata la neve e il rischio gelo preoccupa gli agricoltori: «Se va avanti così rischiamo di perdere i raccolti».

Il cambio repentino delle condizioni meteorologiche annunciato per le festività pasquali è arrivato. «II fronte freddo – spiega il previsore del servizio meteorologico regionale Osmer-Arpa, Marcellino Salvador – continuerà a farsi sentire per circa una settimana». Avremo giornate in cui le temperature massime non supereranno i 15-16 gradi, mentre le minime si attesteranno attorno ai 5 gradi, con picchi che possono sfiorare lo zero. «Le minime localmente e temporaneamente potrebbero andare anche sotto lo zero». Generalmente, fa notare Salvador, dopo Pasqua le temperature salgono, quest’anno invece sono in discesa. Il freddo si è già fatto sentire sorprendendo chi pensava di aver già quasi superato la primavera. Invece il brusco abbassamento delle temperature ci ha riportato nell’inverno.

Oggi e domani il vento spazzerà il Friuli compresa la pianura. Spazzerà le nuvole e farà venir meno le piogge che finora si sono rivelate insufficienti per risolvere il problema siccità. In montagna la colonnina di mercurio continuerà a scendere sotto lo zero. Ieri pomeriggio a Tarvisio il termometro segnava un solo grado. Ieri la Val Canale, con il Lussali in primo piano, e Sauris si sono svegliati imbiancati. Ma questo fatto fa meno notizia rispetto al gelo che, come ribadisce Salvador, può farsi sentire in una delle prossime notti. I precedenti ci sono: «Il 17 aprile del 1997 il termometro andò sotto lo zero anche in pianura. A Talmassons segnò meno 3. Quella che fece più danni, però, resta la gelata dell’aprile 2003 quando in pianura la minima scese fino a meno 8». Anche I’8 maggio di 60 anni fa non mancarono le gelate.

«Siamo molto preoccupati, rischiamo conseguenze pesanti anche perché le alte temperature dei giorni scorsi avevano favorito le fioriture degli alberi da frutto. Pure le viti hanno già i grappoletti che sono più sensibili delle foglie. Se gela rischiamo danni irreparabili». Dario Ermacora, il presidente regionale della Coldiretti, lancia un grido di allarme: «C’è da sperare – aggiunge – che si mantenga un po’ di bora per evitare all’umidità di ristagnare e di favorire le gelate». Gli agricoltori, insomma, incrociano le dita e sperano di non dover fare i conti con il gelo che potrebbe compromettere i raccolti e anche la produzione del vino.
1 danni potrebbero risultare irrecuperabili anche perché, fa notare il presidente regionale della Coldiretti, «le assicurazioni ci risarciscono solo se il danno medio risulta superiore al 30 per cento».

Le conseguenze più rilevanti saranno una veloce ma attiva fase instabile (più che altro nella giornata odierna), un marcato rinforzo dei venti settentrionali e un massiccio calo delle temperature, anche di oltre 10 gradi, prima al Centronord e poi anche al Sud.

Sulla nostra Penisola la pressione è in diminuzione a causa dell’avvicinamento di un intenso nucleo di aria fredda, attualmente posizionato sull’Europa centrale, che, nelle prossime ore, scivolerà verso le nostre regioni centro-settentrionali, favorendo un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulla nostra Regione, dove è previsto un deciso aumento dell’instabilità, specie dal pomeriggio-sera, con rovesci e manifestazioni temporalesche, localmente anche di forte intensità, temperature in sensibile diminuzione e nevicate sui rilievi intorno ai 1000-1200 metri, in ulteriore calo entro la nottata intorno ai 700-900 metri, specie nella giornata di mercoledì. Calera’ la temperatura con neve fino a bassa quota sulle Alpi centro-orientali e, la sera di Martedi’, a 800 metri anche sul Nord Appennino.

Ma vediamo nel dettaglio: oggi sole e un po’ di nuvole nel pomeriggio al Nordovest, in Emilia Romagna, gran parte del Centro e delle isole. Piogge e rovesci diffusi, con rischio di forti temporali tra Umbria e Marche. Qualche pioggia insiste anche in Veneto; qualche acquazzone nel Lazio. Addensamenti e fiocchi a bassa quota anche su Est Alpi. Ventoso. Mari molto mossi. L’aria fredda mercoledì tenderà a propagarsi su tutta Italia, sospinta da sostenuti venti settentrionali. La circolazione depressionaria collegata a questa massa d’aria fredda avrà effetti sull’Italia fino a venerdì, mentre nel fine settimana sarà probabile un miglioramento con tempo più stabile e temperature più miti.

OGGI – NORD: Rapido peggioramento con spiccata instabilità associata a rovesci e temporali sparsi, in particolare su regioni orientali. Temperature in calo, massime tra 14 e 17.
CENTRO: Peggiora nel corso della giornata su regioni adriatiche con rovesci e temporali sparsi, meglio su tirreniche e Sardegna. Temperature in calo, massime tra 17 e 20.
SUD: Bel tempo prevalente con ampio soleggiamento, dalla sera peggiora su Campania, Molise, Basilicata e Nord della Puglia. Temperature stabili, massime tra 16 e 21. Nuvolosità : per lo più soleggiato con nubi irregolari in transito, al mattino soprattutto tra Verbano, Biellese e pianure orientali, al pomeriggio su basso Piemonte; locali addensamenti sulle cime di confine tra Alpi Graie e Lepontine.Precipitazioni : deboli nevicate sulle creste di confine tra Alpi Pennine e Lepontine; al pomeriggio locali rovesci di neve sulle creste di confine delle Alpi Marittime e deboli piovaschi isolati sulla fascia pedemontana occidentale. Zero termico : in marcato calo fino ai 1400 m in serata, intorno ai 1000 m sui settori alpini occidentali e settentrionali. Venti : moderati o forti in montagna, da nordovest in rotazione da nord-nordest in serata; deboli nordorientali altrove, in generale intensificazione dal pomeriggio, in particolare sul settore orientale della regione. Condizioni di foehn nelle vallate alpine e sulle pianure orientali. Altri fenomeni : nulla da segnalare.  Il sopraggiungere di un fronte freddo di origine nordeuropea sull’Italia Settentrionale determina sulla nostra regione un’intensa avvezione di aria fredda e condizioni di nuvolosità variabile per il transito di nubi medie in un contesto caratterizzato da bassi valori di umidità. Sui rilievi alpini possibili fugaci episodi temporaleschi in occa sione del passaggio frontale. Generale calo termico, parzialmente attenuat i da probabili condizioni di foehn sui versanti costieri. Umidità : su valori bassi. Venti : settentrionali in progressivo rinforzo tra moderati e forti al mattino, fino a burrasca sul Centro-Ponente con raffiche fino a 75 km/h sulla costa e 90 km/h sui crinali. Mare : in aumento da poco mosso a mosso al mattino, fino a molto mosso sottocosta e agitato a largo a Ponente dal pomeriggio, mosso altrove. Segnalazioni Prot. Civile: venti settentrionali di burrasca sul Centro- Ponente, forti su Levante e versanti padani.

DOMANI – NORD: Sulle pianure piemontesi cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, con transito di velature dal pomeriggio. Sulle pianure lombarde bel tempo con sole splendente per l’intera giornata. CENTRO: Sulla dorsale toscana cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, con transito di velature dal pomeriggio. Sulla dorsale umbro-marchigiana cieli in prevalenza sereni con transito di velature dal pomeriggio. SUD: Sulla dorsale campano-molisana cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l’intera giornata, salvo qualche nube più dalla sera. Sulla dorsale calabrese cieli nuvolosi al mattino.  Nuvolosità: soleggiato con velature in transito da metà giornata; locali addensamenti dal pomeriggio sui settori alpini. Precipitazioni: assenti, salvo deboli e brevi rovesci isolati al pomeriggio a ridosso dei settori alpini. Zero termico: in lieve calo sui 1300 m, intorno agli 800-1000 m sui settori alpini nelle ore più fredde. Venti: da nord-nordest a tutte le quote, generalmente moderati con rinforzi sui settori alpini settentrionali e sull’Appennino; condizioni di foehn nelle vallate settentrionali e sulle pianure adiacenti. Altri fenomeni: nulla da segnalare. Prosegue una sostenuta ventilazione settentrionale che garantisce cieli sereni su tutta la regione, tuttalpiù disturbati da innocui passaggi di nubi medio-alte. Ulteriore calo termico, localmente attenuato da condizioni di foehn sulla costa. Umidità : su valori bassi. Venti : settentrionali forti sul Centro-Ponente, moderati a Levante, in temporanea attenuazione pomeridiana, nuovamente forti e rafficati in serata sull’intero arco costiero. Mare : in calo già nella notte a mosso nel Centro-Ponente e poco mosso a Levante, in serata localmente molto mosso a Ponente. Segnalazioni Prot Civile : venti forti settentrionali sui versanti costieri.

DOPO DOMANI- NORD: Sulle pianure lombarde cieli poco nuvolosi per l’intera giornata. Sulle pianure venete giornata soleggiata, salvo velature in transito dalla sera. Sulle pianure emiliane bel tempo per l’intera giornata. CENTRO: Sulla dorsale laziale cieli in prevalenza parzialmente nuvolosi per l’intera giornata. Sulle zone adriatiche cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, con transito di velature dal pomeriggio. SUD: Sulla dorsale campano-molisana cieli parzialmente nuvolosi per l’intera giornata. Sulle dorsali lucane e calabresi cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, con velature dal pomeriggio.  Nuvolosità : cielo sereno. Precipitazioni: assenti. Zero termico: in rialzo fino ai 1700 m. Venti : moderati da nord-nordest in montagna, deboli prevalentemente settentrionali altrove. Locali condizioni di foehn in Valle Ossola e sulle pianure adiacenti. Altri fenomeni: locali gelate alla notte ed al primo mattino sulle pianure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.