Maltempo a Livorno, ritrovato il corpo senza vita di Martina: i morti salgono a 7

Ancora pioggia su Livorno dove ormai da giorni il cielo è completamente grigio e purtroppo il bilancio è particolarmente pesante, visto che le vittime sono salite nella giornata di ieri a 7 e all’alba di ieri sono riprese le ricerche di due persone scomparse, una donna di 34 anni e un uomo.

Tutte le strade sono rimaste chiuse perché piene di fango e allagate e l’ allerta meteo per pioggia è stata estesa fino alla giornata di oggi, anche se declassata da arancione a gialla. Intervenuto nella giornata di ieri il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni il quale ha dichiarato: “A Livorno invito tutte le istituzioni a collaborare senza fare polemiche, mettendo al centro la comunità, alle vittime va non solo il pensiero ma la solidarietà di tutto il paese”.

Intanto nel tardo pomeriggio di ieri, è stato ritrovato il corpo senza vita di una delle due dei due dispersi, ovvero di Martina Bechini il cui cadavere è stato ritrovato in un giardino privato invaso dal fango nella zona di Antignano, non distante dal rio Ardenza e dunque al momento rimane disperso soltanto un uomo, Gianfranco Tampucci di 67 anni. Le ricerche si sono svolte per tutta la giornata anche in mare, dove tra l’altro è finito anche uno sversamento di idrocarburi. “L’ho abbracciata, l’ho stretta in ogni modo ma maledizione scivolava“, è questo quanto dichiarato da Filippo Meschini 30 anni di Livorno, che nel nubifragio che ha colpito Livorno ha perso la moglie.

Ho provato con tutte le forze che avevo le ho stretto la mano ma è andata“, ha aggiunto ancora Filippo, il quale ha raccontato che la casa è stata invasa nel giro di pochi istanti dal fango, proprio quella casa dove viveva insieme alla sua Martina che soltanto lo scorso mese di luglio era diventata sua moglie. Lo stesso ha raccontato che si trovavano a letto quando all’improvviso l’onda ha sfondato la finestra e li ha trascinati via, ma non era acqua bensì fango, così hanno tentato di trovare un rifugio salendo sul tetto del magazzino in giardino ma poi è venuto tutto giù e il fiume li ha presi. L’uomo aggiunge che nella disperazione si sono abbracciati molto forte, ma la furia dell’acqua e del fango le hanno strappato via la sua Martina, il cui cadavere come già detto è stato ritrovato nella giornata di ieri in un giardino poco distante dalla sua abitazione, mentre lui è stato ritrovato centinaia di metri più in giù in stato di ipotermia.

La Procura di Livorno ha aperto un’inchiesta per disastro colposo. Ricordiamo che un’intera famiglia che si trovava nel seminterrato della loro villetta in via Sauro è stata interamente uccisa e una quinta persona ha perso la vita sulle colline in via Fontanella a Montenero ed ancora il corpo di un uomo di 64 anni è stato ritrovato in via Sant’Alò e una persona è morta in un incidente stradale, che però al momento non sembra essere stato collegato al maltempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.