Maltempo Sicilia, è allerta rossa per altre 24 ore a Catania e Sciacca: bomba d’acqua nell’agrigentino “Non uscite di casa”

0
Le province di Trapani e Agrigento, in particolare Sciacca, colpite da violenti acquazzoni che hanno generato allagamenti e frane. Nelle prossime ore allerta rossa nella parte orientale dell’isola e in Calabria con scuole chiuse in molte città.

Maltempo Sicilia, è allerta rossa per altre 24 ore a Catania e Sciacca: bomba d'acqua nell'agrigentino, scuole chiuseA meno di due mesi dall’alluvione del 25 novembre è purtroppo tornato il maltempo nella città di Sciacca, dove nella giornata di ieri si è abbattuta una nuova bomba d’acqua; nella città agrigentina la pioggia ha causato numerosi allagamenti, facendo straripare i torrenti Foggia, San Marco e Cansalamone causando frane e diverse interruzioni stradali. Proprio nella città di Sciacca il sindaco Fabrizio Di Paola ha invitato i cittadini a non uscire da casa ed ha disposto la chiusura delle scuole per la giornata di oggi; si tratta di una decisione presa sulla base delle incertezze sulle previsioni per le prossime ore, ma anche dalla necessità di effettuare verifiche tecniche sulla sicurezza degli immobili. I cittadini sono invitati a prestare attenzione pure negli spostamenti sia all’interno della città che nelle arterie che conducono alle borgate e Triscina poiché le strade potrebbero risultare impercorribili anche a causa della presenza di possibili detriti. Diverse le zone del territorio di Sciacca sono rimaste senza corrente elettrica, visto che in seguito ad un violentissimo temporale di domenica 22 gennaio sono andati in tilt diversi circuiti.

Situazione piuttosto critica anche nel trapanese, e nello specifico a Mazara del Vallo, dove nella notte nella zona Tonnarella si è abbattuta una tromba d’aria che ha spazzato via muri di recinzione ed allagato strade e case.Criticità anche a Castelvetrano, sempre nella provincia di Trapani dove il sindaco ha invitato a prestare la massima attenzione ai cittadini in quanto il fiume Belice ha già raggiunto il livello di guardia. Atteso maltempo anche a Catania dove il Dipartimento Regionale della Protezione civile ha reso noto che dalla mezzanotte di ieri fino alle ore 24,00 di oggi, lunedì 23 gennaio sul territorio scatterà l’allerta meteo rosso. “Si prevedono forti piogge e temporali, raffiche di vento, fulmini e locali grandinate e mare mosso”, ha dichiarato il sindaco di Catania.I cittadini catanesi, dunque, sono invitati alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale ed a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici.

E’ stato disposto un numero di emergenza, ovvero lo 095/484000, che corrisponde al Centro segnalazione emergenze, attivo 24 ore su 24 oppure ai numeri 095/7101148-49-50-55. “La chiusura degli approdi di Tremestieri dalle ore 14 per la presenza di cumuli di sabbia nello specchio d’acqua prospiciente l’ingresso degli approdi. Considerato anche che allo stato attuale non sussistono le condizioni per garantire l’accesso in sicurezza alle unità operanti presso l’approdo, in attesa delle risultanze delle verifiche tecniche e dei rilievi batimetrici”, è questo quanto si legge in un’ordinanza emessa nella provincia di Messina dalla Capitaneria di Porto. A Balestrate, comune in provincia di Palermo, è crollato parte del belvedere; i massi sono finiti sui binari ferroviari. Il crollo ha interessato il tratto di strada dove ci sono diverse attività commerciali.

Sicilia in tilt. Piogge torrenziali e forti venti flagellano quasi tutta l’Isola. Fra Castronovo di Sicilia e Lercara Fridddi il treno(bloccato a causa del nubifragio)diventa rifugio per? persone di due auto sommerse per l’esondazione del Platani. sulla Pa-Ag. Ma risulta disperso un 63enne. A meno di due mesi dall’alluvione del 25 novembre, su Sciocca si abbatte un’altra bomba d’acqua: allagamenti, torrenti straripati. frane e strade interrotte. Codice rosso nella parte orientale dell’Isola: scuole chiuse nel Catanese. nel Messinese e in alcuni centri agrigentini. Sull’Etna 7 escursionisti salvati.caos sulle strade. Le previsioni meteo: oggi ancora maltempo, da domani torna l’inverno “buono”.

Le previsioni meteo sono state rispettate: in Sicilia è allerta maltempo. Piogge torrenziali e forti venti flagellano quasi tutta l’Isola. Quattro auto intrappolate nell’acqua e un treno fermo in aperta campagna per l’allagamento dei binari. Panico e tanta apprensione per le sorti di una persona, che fino a tarda sera risultava dispersa, tra i territori di Castronovo di Sicilia e Lercara Friddi. Il fiume “Platani” ingrossato dalle violente piogge.alle 19.30.è straripato in più punti. L’acqua ha invaso l’asfalto della Statale 189 e raggiunto la ferrovia, che col lega Palermo con Agrigento. Quattro auto si sono ritrovate in trappola. Gli occupanti (sei adulti e due bambini) sono saltati fuori dall’abitacolo, raggiungendo i tetti delle vetture. Poi hanno deciso di sfidare l’acqua, e tenendosi per mano, sono riusciti ad arrivare su un terreno. In sette sono saliti sopra una carrozza del treno Pa-Ag. assistiti dagli altri passeggeri.

All’appello mancherebbe un 63enneG. M..dato perdisperso finoa tarda sera. Il treno, con a bordo un’ottantina di passeggeri diretti nel l’Agrigentino, è rimasto fermo per diverse ore. poi la decisione di tornare indietro. Ma percorse poche centinaia di metri Ita dovuto nuovamente fermarsi, all’altezza del passaggio a livello 93.Soprascenedi panico, finoall arrivo
di vigili del fuoco e forze dell’ordine. A Palermo i pompieri sono dovuti intervenire per liberare automobilisti rimasti intrappolati nelle auto bloccate. A Balestrate è crollato il belvedre e i massi sono finiti sulla ferrovia. Il traffico ferroviario è stato interrotto.

A Sciacca ancora una bomba d’acqua. La pioggia torrenziale ha causato allagamenti, facendo straripare i torrenti Foggia, causando frane e diverse interruzioni st radali. Il sindaco Fabrizio Di Paola ha utilizzato i social network per chiedere ai cittadini di restare in casa. C’è il timore che possano verificarsi altre tragedie, come quella di Vincenzo Bono, l’uomo disperso nel nubifragio di due mesi fa e non ancora ritrovato.
Codice rosso anche a Catania, dove il sindaco Enzo Bianco, dopo una consultazione con la Protezione civile, ha confermato l’ordinanza di chiusura delle scuole per oggi. Analogo provvedimento in quasi tutti i comuni della provincia, così come nel Messinese: a Barcellona Pozzo di Gotto. Gioiosa Marea. Brolo. Ficarra. Sant’Agelo di Brolo. Patti. Piraino. Sinagra e Montagnareale. E chiuso è anche l’approdo di Tremestieri.
A causa di alcune frane il sindaco di Scicli Enzo Giannone ha disposto la chiusura della vecchia strada provinciale Sricli-Modica.

Rispondi o Commenta