Maturità 2017, scelte le tracce: commissari solo interni per le zone del terremoto e stretta sulle calcolatrici allo Scientifico

0

Maturità 2017, scelte le tracce: commissari solo interni per le zone del terremoto e stretta sulle calcolatrici allo Scientifico

La maturità 2017 sembra essere entrato nel vivo visto che sono state scelte le date degli esami di Stato definitive e proprio nella giornata di ieri la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli ha firmato la consueta ordinanza con le indicazioni sui giorni in cui si terranno le varie prove e le indicazioni per i consigli di classe e le commissioni. Si partirà esattamente il prossimo mercoledì 21 giugno con la prima prova scritta di italiano, seguita giovedì 22 dalla seconda prova dalla seconda prova e lunedì 26 dalla terza, ed infine martedì 27 si terrà nelle scuole che la prevedono la quarta prova. La scelta delle tracce delle prime due prove è avvenuta sulla base di centinaia di proposte inviate da un gruppo di esperti che collaborano con la struttura degli esami di Stato. “Le tracce sono tutte belle, interessanti e coerenti con il percorso scolastico svolto nel corso dell’ultimo anno. Non posso dirvi, purtroppo, di più.In bocca al lupo!”, ha aggiunto l’Ispettore Branca.

Branca ha annunciato che la Ministra ha scelto e le tracce sono belle ed interessanti e coerenti con il percorso scolastico che avete svolto. “La campagna è partita con il video con cui abbiamo annunciato le materie della seconda prova e accompagnerà maturande e maturandi fino alla fine della Maturità. Vogliamo che il Miur parli di più e in modo più diretto con studentesse e studenti e non venga percepito come un luogo distante o legato esclusivamente ad aspetti burocratici”, è questo quanto dichiarato da Francesco Branca, a capo della struttura tecnica degli Esami di Stato in un video che fa parte della campagna di comunicazione del Ministero dal titolo No Panic. Per quanto riguarda le scuole sede di seggio per le amministrative, in caso di ballottaggi, la terza e l’eventuale quarta prova si svolgeranno, rispettivamente il 27 invece che il 26 giugno e il 28 anzichè il 27 giugno.

Sempre nei giorni scorsi sono state confermate le deroghe per le zone che sono state colpite dal sisma; nello specifico negli istituti di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria i membri delle commissioni saranno tutti interni, fatta eccezione per il Presidente. Tra le altre novità previste, citiamo quelle relative all’uso delle calcolatrici per la seconda prova nei licei scientifici; fino ad oggi l’indicazione era che si poteva utilizzare una calcolatrice scientifica non programmabile ma vista l’evoluzione tecnologia di questi dispositivi, si è reso necessario un chiarimento ulteriore, ovvero si potranno utilizzare calcolatrici scientifiche e/o grafiche, purchè non dotate di capacità di calcolo simbolico.

Il Miur ha comunicato che sono 505.263 le studentesse e gli studenti iscritti all’Esame, sempre che gli scrutini confermino questi dati. Di questi maturandi, oltre 488mila sono candidati interni. Più di 25mila sono le classi coinvolte nell’Esame, 12.675 le commissioni. Il credito scolastico massimo, infatti, passerà dagli attuali 25 punti a 40, così distribuiti: 12 al terzo, 13 al quarto e 15 al quinto anno.

Rispondi o Commenta