Medici diagnosticano per un anno tonsillite ad una 13enne, ma in realtà è un cancro

Davvero incredibile quanto accaduto in Inghilterra e nello specifico a Manchester, dove una ragazzina dopo aver trascorso più di un anno con il mal di gola, ha scoperto di avere purtroppo il cancro.

Protagonista di questa triste vicenda è una ragazzina di 13 anni di Manchester, Ayisha Green, la quale come già detto pare soffrisse di una tonsillite per tantissimo tempo e nello specifico per circa un anno, quando capito che forse vi era sotto qualcos’altro i genitori hanno pensato bene di farla visitare da alcuni medici scoprendo che purtroppo la ragazzina era malata gravemente.

La sanità, purtroppo, sembra non faccia acqua soltanto in Italia ed anche in Gran Bretagna si è verificato un tremendo caso di malasanità, con protagonista purtroppo la tredicenne di Manchester; i genitori avevano fatto visitare la piccola diverse volte ad alcuni sanitari inglesi e più volte si erano sentiti dire che si trattava di una semplice tonsillite e che non vi era nessun motivo per cui preoccuparsi, ma purtroppo quei dottori si sbagliavano, perché la ragazzina ha continuato ad avere un gran dolore alla gola, un patimento incredibile tanto che i genitori davvero piuttosto preoccupati l’hanno portata in ospedale e i medici dopo un esame accurato, le hanno diagnosticato una leucemia.

“Mi spiace dirvi che vostra figlia ha un cancro”, è questo quanto dichiarato dai medici ai genitori della piccola tredicenne rimasti letteralmente senza parole di fronte alla terribile diagnosi. In effetti, i genitori avevano capito che non si trattava di una semplice tonsillite visto che la loro figlia continuava a stare male e giorno dopo giorno era sempre di più grave, dimagrita tanto ma nonostante tutto i medici che l’avevano visitata dicevano che il dimagrimento era addebitabile a questo brutto mal di gola, ma si trattava di diagnosi erronea. Va detto che la tredicenne sta lottando contro una grave forma di leucemia, una forma di tumore che purtroppo distrugge globuli bianchi e che consuma la persona giorno dopo giorno; Ayisha si trova ad essere ricoverata presso il Manchester Children’s Hospital e si sta sottoponendo alla seconda sessione di chemioterapia, ma i medici del nosocomio sono piuttosto fiduciosi che la piccola possa riuscire a sconfiggere la malattia, anche se però dovrà sottoporsi ad un necessario trapianto di midollo osseo.‘

“Siamo rimasti scioccati. La prima cosa che mi ha chiesto mia figlia è se avrebbe perso i capelli. Ho dovuto risponderle a malincuore di sì’, sono queste le parole dichiarate dalla mamma della piccola. “Non sottovalutate mai alcun sintomo di questa malattia, se non vedete miglioramenti nei vostri figli insistete sempre per fare esami più approfonditi”. “In questo mese abbiamo conosciuto anche gli altri ragazzi che si trovano al Manchester Hospital, nella stessa situazione di nostra figlia. I bambini sono così forti, è incredibile”, hanno ancora aggiunto i genitori della piccola che hanno voluto lanciare un appello agli altri genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.