Meteo, assaggio di primavera al sud e rialzo delle temperature: neve sulle Alpi e Appennini

Marzo pazzerello leva il sole e mette l’ombrello, è questo il detto popolare riservato per il mese corrente, che solitamente riserva anticipi di primavera alternati a giornate di freddo intenso tipiche delle giornate invernali. Dopo alcuni giorni di temperature mite e del tutto primaverili con notevoli anomalie termiche positive, seguirà una fase più fredda; ebbene si, nelle prossime settimane il meteo vedrà delle fasi di freddo intenso alternate a giorni di temperatura mite. Il centro meteo dell’Arpav parla di un’ “espansione di un promontorio anticiclonico sull’Europa occidentale porta condizioni di stabilità, da venerdì l’approfondimento di una saccatura sull’Europa orientale determinerà un temporaneo rinforzo dei venti. Sul Veneto prevarranno condizioni di cielo in prevalenza poco nuvoloso, senza precipitazioni”. Un leggero rialzo delle temperature si registrerà a partire dalla giornata di oggi su nord-ovest e regioni dell’Alto Tirreno, nel contempo correnti di aria fresca si intensificheranno lungo le regioni adriatiche e meridionali, dove tra l’altro si riattiveranno condizioni di moderata instabilità.

Si avranno degli annuvolamenti sparsi in genere stratificati in rapido transito, ma potrebbero anche verificarsi episodi temporaleschi grandinigeni, nevicate a quote basse sui rilievi.Come abbiamo già anticipato, le temperature saranno in leggero aumento a cominciare dalla giornata di oggi, ma nel corso di sabato e domenica potrebbero subite delle variazioni. Prevista neve per questo fine settimana soprattutto sull’Appennino centrale oltre gli 800-1100 metri, anche più in basso tra Molise, Abruzzo e Sibillini. Nella giornata odierna, al sud il tempo sarà instabile con piogge sparse e locali temporali, nevicate dai 1000-1400m e temperature stazionarie o in aumento.

L’anticiclone tornerà nuovamente ad espandersi sulla nostra regione per tutta la settimana con giornate soleggiate e un marcato aumento dei geopotenziali in quota, con lo zero termico in netto rialzo fino a 2700/2800mt nei prossimi giorni.Per quanto riguarda i venti, che nei giorni scorsi hanno fatto visita a diverse regioni tra le quali la Sicilia, questi saranno forti su gran aperte del centro-sud nella giornata di oggi, con raffiche di venti superiori ai 110 km/h nei valichi appenninici tra Molise, Campania, Puglia e Basilicata.

Nella giornata di sabato 11 le condizioni atmosferiche risulteranno stabili su gran parte del territorio italiano; qualche nube, isolati rovesci e venti settentrionali lungo le regioni adriatiche ed al Sud Italia. Nel corso della giornata di domenica 12 marzo, invece, il tempo sarà stabile e soleggiato su gran parte del territorio, ventilazione settentrionale e mari prevalentemente mossi. A partire dalla prossima settimana la situazione meteo subirà l’ennesimo mutamento e nello specifico nella giornata di lunedì 13 marzo, il tempo tenderà a peggiorare in Sardegna con piogge e temporali, nubi e piogge in estensione alle regioni centrali tirreniche, poi anche a Marche, Abruzzo, Campania, Molise, aria fredda da est ed in arrivo al nord. Nella giornata di martedì 14 marzo, invece, il tempo sarà instabile al centro ed al sud con piogge sparse e rovesci, neve su Appennino centrale oltre i 700-1000 m, al nord nuvoloso e piuttosto freddo ma ancora asciutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.