Maltempo, nuova allerta: neve in arrivo anche a bassa quota

0

La discesa della perturbazione attraverso la Francia ha attivato su tutta l’Italia correnti umide di direzione sud-ovest che hanno generato l’intensificazione dei venti di maestrale e che nelle prossime ore porteranno precipitazioni anche a carattere nevoso.”La Protezione civile invita i sindaci della Regione Campania a provvedere per i rispettivi adempimenti posti al loro carico secondo le vigenti procedure di previsione e prevenzione del rischio idrogeologico e idraulico”.

La Protezione Civile ha emesso un bollettino di allerta meteo. IN particolare sono previste nella tarda serata di venerdì 13 e nella notte tra venerdì e sabato deboli nevicate nel settore centro-settentrionale della regione, specie quello costiero, al di sopra dei 200 metri, ma localmente anche a quote più basse. Viene ribadita inoltre, la situazione di allerta per criticità idrogeologica ed idraulica. Per Lunedì 16 Gennaio sono previste nevicate fino a 100-200 metri e occasionalmente a livello del mare con cumulate tra deboli e moderate.

In mattinata temporali e vento su Campania, Basilicata, Calabria, Puglia. Venti da forti aburrasca, con raffiche di burrasca forte, da nord-est, suMarche, Umbria e Lazio, si prevede la stessa forte ventilazionedalla mattina di domani prima su Friuli Venezia Giulia, Venetoed Emilia-Romagna e poi anche sulla Toscana, con mareggiatelungo le coste esposte.

Il freddo non dà tregua e i terremotati della periferia di Accumoli (Rieti) scendo in piazza. «Noi delle frazioni siamo stati abbandonati», sbottano, alzando i cartelli della loro protesta: «Qui non si è visto più nessuno. Il freddo, la neve e il gelo, eventi più che prevedibili, hanno del tutto fermato le poche iniziative che lentamente erano state prese». Con loro ci sono anche persone di Capodacqua (Arquata delTronto, Marche) che rincarano la dose: «Dopo cinque mesi non è stato ancora individuato il sito dove mettere le casette, le amministrazioni devono fare qualcosa piuttosto che andare in tv».

E la situazione precipita: ad Amatrice neanche una settimana fa temperatura era arrivata a -10. Ed era solo l’inizio, perché adesso l’inverno comincia a fare sul serio. Questo fine settimana fiocchi di neve sono caduti in Emilia Romagna, in Sardegna, in Molise e in Calabria. Pure il Vesuvio ieri era imbiancato, e a Ischia è arrivata addirittura la grandine. Sull’Altopiano delle Cinque miglia, dalle parti dell’Aquila, in Abruzzo, il termometro ha toccato quota -19,9 gradi. E solo nelle ultime ore. In Irpinia e nel Salernitano non va meglio: freddo e temperature artiche non risparmiano nemmeno il Sud. A Capri, tanto per dire, il ghiaccio sulle strade ha reso difficoltosa la circolazione. Per non parlare dei collegamenti marittimi, che erano rallentati già la settimana scorsa.

Disagi per chi doveva mettersi al volante anche in Calabria, e in particolar modo sull’A2: l’Anas ha fatto sapere che tra gli svincoli di Campagna e Sibari, nella giornata di ieri, il transito era consentito solo ai veicoli leggeri muniti di catene o gomme invernali. Ancora: sulle montagne di Nuoro, in Sardegna, sono caduti 40 centimetri di neve, e anche qui le temperature sono andate sotto lo zero. In Olgiasca e in Gallura stessa storia: vento e neve non danno pace sulle coste del Tirreno.

Dalla mattinata di ieri nevica in Molise, ma lì il picco è atteso per oggi, anche a bassa quota: a Campobasso e dintorni. Le previsioni da brivido (nel vero senso della parola) hanno smosso anche il Campidoglio: a Roma il sindaco Virgina Raggi ha rassicurato i cittadini di aver «predisposto un piano operativo dettagliato per affrontare eventuali emergenze legate alla neve». Il gelo polare rischia, appunto, di vestire anche la capitale.
Così per molte regioni del Meridione nelle scorse ore è scattata l’allerta meteo: dalle Marche in giù i meteorologi prevedono anche possibili raffiche, burrasche e mareggiate, dalle quali non si salveranno nemmeno Sicilia e Puglia.

OGGI – NORD: Al Nord Ovest nubi sparse con ampie schiarite sulle Alpi centrali, sereno altrove. Al Nord Est sereno sulla laguna veneta e sulle pianure venete.CENTRO: Sul Tirreno nuvoloso con locali aperture sui litorali, nubi sparse con ampie schiarite sulla capitale. Sull’Adriatico coperto con pioggia debole sui litorali. SUD: Sul Tirreno coperto con pioggia debole sui litorali e sulle pianure. Sull’Adriatico coperto con neve debole o moderata sulla dorsale molisana.

DOMANI – NORD: Al Nord Ovest nubi sparse con ampie schiarite in riviera ligure, nubi sparse con ampie schiarite altrove. Al Nord Est coperto con neve debole o moderata in Romagna. CENTRO: Sul Tirreno nuvoloso con locali aperture sui litorali, coperto con neve debole sulla dorsale toscana. Sull’Adriatico coperto con pioggia debole sui litorali. SUD: Sul Tirreno coperto con pioggia moderata sui litorali, nubi sparse con ampie schiarite sulle pianure. Sull’Adriatico nubi sparse con ampie schiarite sul litorale adriatico.

DOPODOMANI – NORD: Coperto su Piemonte meglio su Lombardia e Liguria con cieli sereni o parzialmente nuvolosi. A Nord Est cieli coperti su Veneto e Romagna, meglio altrove. CENTRO: Sulle tirreniche instabile sulla Sardegna con rovesci, meglio sulle altre regioni. Sulle adriatiche pioggia e neve anche a bassa qu ota. Mari da mossi a molto mossi. SUD: Instabile su gran parte delle regioni con piogge e rovesci. Possibili nevicate su Puglia e dorsale campana. Meglio su Calabria e Nord Est Sicilia.

Rispondi o Commenta