Cina shock: Modella 14enne muore dopo aver sfilato per 13 ore

La giovanissima si era trasferita in Cina da tre mesi. Il suo contratto prevedeva appena tre ore di lavoro alla settimana, ma in realtà Vlada Dzyuba arrivava a sfilare anche 12 ore consecutive. Era malata ma ha avuto paura di chiedere aiuto medico.

Prima di salire in passerella La giovane ha avuto una febbre fortissima Ma ciò nonostante non si è fermata e avrebbe continuato a lavorare ma pochi minuti dopo è venuta entrando in coma e come ti avevo riferito dopo un paio di giorni sarebbe arrivato il decesso causato da meningite aggravata da un grave esaurimento nervoso. Da quando aveva 3 mesi la modella quattordicenne di nome Vlada Dzyuba era sbarcata in Cina e pare lavorasse molto in passerella senza fermarsi un attimo e la tragedia in questione pare sia arrivata dopo 12 ore di sfilate no stop cadenod a terra e perdendo foto di incoscienza.

Secondo quanto emerso Dalle prime ricostruzioni sembra che la 14enne non avesse un’assicurazione medica e il decesso sarebbe stato causato Come già riferito da una meningite cronica aggravata da una grave esaurimento nervoso; la ragazza pare non si sentisse molto bene e prima di tornare sulla passerella improvvisamente sarebbe salita la febbre , ma avrebbe continuato a lavorare con le terribili conseguenze per la sua salute. La notizia della morte della giovane per aver provocato parecchio polemiche in Russia e nelle scorse ore anche a Mosca. La polemica è stata affidata all ‘ombudsman Pavel Mikov, difensore civico dei diritti umani di stanza a Perm, il quale Sta indagando sulla vicenda e soprattutto appurare se sono stati commessi dei reati.

Mi stava dicendo che non si sentiva bene: sono così stanca, vorrei tanto dormire”, ha riferito la mamma di Vlada ai media russi disperata, “Mi diceva che non si sentiva bene. ‘Sono così stanca vorrei tanto dormire’. L’ho pregata di andare in ospedale”ha raccontato disperata Oksana, la mamma della ragazza, alla tv russa NTV.

 Intanto venuto alla luce la notizia della morte della 14enne il capo dell’agenzia di moda che aveva dato la dà la possibilità di partire per il suo viaggio di lavoro in Oriente, pare abbia ammesso di non aver controllato il contratto della ragazzina e di essere Dunque all’oscuro di alcune dinamiche venute poi galla nel corso del progetto. Non è chiaro al momento che ruolo abbia avuto nella vicenda delle mancate cure mediche il suo assistente personale, un certo Dmitry Smirnov, coinvolto nelle indagini della polizia cinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.