Modello considerato il Brad Pitt iracheno, torturato e ucciso per atteggiamenti troppo occidentali

0

E’ stato rapito, torturato e barbaramente ucciso semplicemente perchè aveva atteggiamenti pubblici da omosessuale. E’ questo quanto accaduto ad un giovane modello, attore televisivo e di teatro, definito da alcuni media il Brad Pitt iracheno, il quale è stato ritrovato morto e il suo corpo mutilato e abbandonato in un’affollata strada di Bagdad, la capitale dell’Iran.

La vittima si chiamava Karan Nushi ed era uno studente di arte e spettacolo all’Università di Bagdad; alcuni anni fa si era affermato come promettente attore teatrale nella capitale e aveva partecipato ad alcune serie tv a sfondo satirico. Attualmente era impegnato, secondo quanto riferito ad amici e conoscenti, a partecipare a sfilate di moda maschili ma pare avesse ricevuto nell’ultimo periodo minacce di morte da alcuni gruppi di fanatici religiosi sia sunniti che sciiti non precisati.

Il giovane attore e modello di Baghdad è stato trovato senza vita a Palestine Street, nel nord della capitale, dopo che i familiari allarmati ne avevano denunciato l’improvvisa scomparsa; sul suo corpo pare siano state rinvenute diverse ferite da armi da taglio che alimenterebbero l’ipotesi delle torture inflittagli prima che venisse ucciso. Il giovane, dunque, pare sia stato vittima di un vero e proprio raid da parte di un gruppo di estremisti religiosi molto probabilmente appartenente all’Isis. Il giovane portava i capelli lunghi e amava indossare vestiti attillati e secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, sembra proprio che questo suo aspetto considerato “troppo occidentale” sia stata la causa della sua morte; gli inquirenti infatti, hanno ipotizzato che ad uccidere il giovane, un modello e attore iracheno, sia stato qualche gruppo islamista molto probabilmente legato all’Isis che non ha provato il suo stile di vita troppo occidentale.

Non sono pochi i fan che sulla pagina Facebook dell’attore, a poche ore dalla morte, hanno ricordato le minacce ricevute da Karar da parte di gruppi anonimi che non sopportavano i suoi vestiti eccentrici, la lunga chioma bionda ma l’artista pare non non si fosse fatto intimidire e aveva anche annunciato la partecipazione ad un futuro concorso di bellezza, considerato davvero troppo per i gruppi fondamentalisti che lo accusavano di avere atteggiamenti omosessuali e di frequentare colleghe donne.

Tanti i fan del giovane attore, i quali nelle scorse ore hanno postato commenti in cui celebrano il suo coraggio sottolineano come quello di Nushi sia soltanto l’ennesimo caso di una persona uccisa perché sospettata di essere omosessuale, visto che dal 2003 diversi gruppi islamici sia sciiti che sunniti sarebbero dietro gli omicidi di diversi giovani iracheni rapiti e poi uccisi per il loro orientamento sessuale. Le autorità non hanno ancora commentato l’omicidio e identificato i responsabili.

Rispondi o Commenta