Montesilvano, incendio in appartamento: nigeriano si aggrappa alla ringhiera e precipita morendo sul colpo

Un vero dramma quello accaduto nella mattinata di ieri a Montesilvano in provincia di Pescara, dove un uomo nigeriano di 48 anni è morto precipitando dal sesto piano del suo appartamento durante l’incendio divampato nell’abitazione;  l’uomo, vittima di questa tragedia si è praticamente aggrappato alla ringhiera del balcone per salvarsi, ma proprio poco prima dell’arrivo dei soccorsi la sua forza è venuta meno ed è precipitato al suolo, perdendo la vita.  “Ha gridato aiuto forse per dieci minuti, poi è scivolato ed è caduto davanti ai nostri occhi. Ancora pochi minuti e sarebbe stato salvato anche lui dai vigili del fuoco”, hanno raccontato una decina di testimoni che hanno assistito alla tragedia avvenuta in un appartamento sito in Via Isonzo a Montesilvano in provincia di Pescara.

Come abbiamo già anticipato, l’uomo è deceduto per sfuggire alle fiamme dell’incendio che si era sviluppato in casa precipitando da una finestra del sesto piano; l’appartamento è risultato essere abitato da quattro immigrati africani, che fortunatamente non erano tutti in casa, visto che due di loro erano usciti presto la mattina, mentre l’altro inquilino è stato salvato dai vigili del fuoco intervenuti subito dopo l’incendio.

Le cause dell’incendio purtroppo sono ancora in fase di accertamento, ma sembra che si sia sviluppato tra l’ingresso e la cucina intorno alle ore 10 di ieri mattina. “Ho sentito un forte rumore di calcinacci e odore di bruciato e sono subito uscito di casa, prima ancora che arrivassero i soccorsi”, racconta uno dei condomini del palazzo. “Abito al sesto piano, ma mi sono reso conto solo quando sono uscito che a bruciare era un appartamento sul mio stesso pianerottolo. Una volta arrivati i soccorsi hanno fatto evacuare l’edificio e sono usciti tutti”, ha aggiunto uno dei condomini del palazzo. Sul posto vigili del fuoco e personale del 118 oltre alla polizia stradale e ai carabinieri della locale compagnia; nello specifico la Squadra volante si è occupata di gestire la viabilità nella zona, abitata prevalentemente da immigrati.

La Procura della Repubblica di Pescara ha aperto un’inchiesta. Tantissimi i messaggi addolorati sui social per la tragica fine dell’uomo, così come tante sono state le persone che hanno visto, fotografato e filmato l’incendio al sesto piano della palazzina. Secondo una prima ricostruzione, sembra che le fiamme siano divampate intorno alle ore 10 di ieri ed una volta svegliati i coinquilini, pare abbiano subito raggiunto finestre e balconi; uno di loro è stato tratto in salvo e trasportato al pronto soccorso a Pescara, mentre l’altro è purtroppo deceduto dopo essersi aggrappato alla ringhiera del balcone e precipitato poco prima dell’arrivo dei soccorsi. La vittima, come anticipato, è un nigeriano di 48 anni morto purtroppo sul colpo. anche il ferito sarebbe di nazionalità nigeriana e sarebbe rimasto intossicato dal fumo ma non è in pericolo di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.