Mugnano, Muore trascinata dall’auto dell’ex fidanzato, la madre tenta il suicidio

Un amore molto tormentato quello tra Giuseppe Varriale e Alessandra Madonna, finito purtroppo in tragedia nella giornata di ieri, in seguito all’ennesima lite tra i due.Nella giornata di ieri a Mugnano nel napoletano, l’ennesima lite tra i due fidanzati come già abbiamo detto, è finita in tragedia perché Alessandra ventiquattrenne di Melito si è aggrappata allo sportello dell’auto guidata dal suo compagno in seguito ad un litigio legato alla decisione dell’uomo di interrompere la relazione, ed è stata trascinata per metri per poi rovinare al suolo priva di sensi.

La ragazza è poi deceduta in ospedale in seguito alle gravi ferite riportate, mentre il giovane è stato fermato e adesso si trova agli arresti domiciliari. La ragazza aveva chiesto un’ultima spiegazione al suo compagno con il quale la storia pare si fosse interrotta in modo brusco e per cercare di parlare e chiarire possibilmente la vicenda, i due giovani si erano incontrati in via Pavese a Mugnano un paese poco distante da Milito, ma come spesso accadeva i due fidanzati non sono riusciti a gestire la situazione e sono finiti ancora una volta con il litigare.

Al momento parte della vicenda è oscura e pare stiano indagando i carabinieri per cercare di fare totale chiarezza ma secondo una prima ricostruzione, la ragazza in seguito alla lite come già abbiamo detto, pare si sia aggrappata allo sportello dell’auto guidata dall’uomo ed è stata trascinata lungo un tratto di via Pavese, poi improvvisamente è caduta a terra priva di sensi ed è stata trasportata dallo stesso ex fidanzato all’ospedale  dove è stata ricoverata in prognosi riservata per lesioni gravissime. I medici purtroppo avevano constatato la gravità delle condizioni di salute della giovane a causa di numerose fratture riportate in varie parti del corpo ed infatti tutti i tentativi di salvarla sono andati vani, perché Alessandra è deceduta subito dopo il suo arrivo in ospedale.

Purtroppo questa tragedia è stata sfiorata da un’altra tragedia, visto che la mamma della ragazza dopo aver appreso la notizia della morte della figlia, pare abbia tentato il suicidio riempendo di gas la sua auto, poi una coppia avrebbe capito che la donna si trovava in pericolo ed ha rotto il vetro salvandola. La donna adesso si trova in ospedale ma da quanto riferito dai medici non sembra essere in pericolo di vita. I carabinieri della stazione di Mogliano hanno arrestato il ventiquattrenne che è risultato incensurato ed hanno anche sequestrato il veicolo; il giovane è apparso in stato di shock per quanto accaduto e posto agli arresti domiciliari in attesa di decisioni dell’autorità giudiziaria.

I Due fidanzati stavano insieme da quattro anni e la loro storia sembra essere stata una storia piuttosto intensa come testimoniano le tantissime foto che li ritraggono insieme sui social, e nello specifico su Facebook e su Instagram, ma qualcosa pare si sia incrinata un anno fa esattamente nel 2016, quando Giuseppe cominciò a frequentare un’altra ragazza e Alessandra lo venne a sapere.

In un primo momento sembrava l’ennesimo tragico “femminicidio”. Poi si è fatta strada un’altra ipotesi: che Alessandra Madonna, 24 anni, sia rimasta vittima di un drammatico incidente, dopo un’accesa discussione con il suo ex fidanzato. La vicenda si è svolta a Mugnano, in provincia di Napoli. Pare che la storia tra Alessandra e G. V. fosse in realtà finita già da alcuni mesi. Poi l’altro giorno un incontro, poche settimane dopo il rientro di Alessandra da una vacanza a Cuba, raccontata sui social network con molte fotografie in cui la si vede serena e allegra – caratteristiche che erano del suo carattere, così descritto da chi la conosceva bene.

Non un incontro casuale: pare che Alessandra avesse aspettato il giovane sotto casa fino alle tre del mattino. Sembra che i due si siano poi messi a discutere, non è escluso che i toni si siano anche alzati. In un primo momento si pensava che Alessandra, una volta scesa dall’auto del ragazzo, si fosse in qualche modo aggrappata al finestrino, e lui avesse proseguito la marcia, trascinandola e così procurandole le ferite che poi sono risultate letali.
Un’altra ricostruzione, invece, racconta tutta un’altra storia. La cintura di Alessandra è stata infatti trovata incastrata nella portiera dell’auto.

Il ragazzo, dunque, avrebbe messo in moto la macchina senza in realtà accorgersi della cintura, e la partenza probabilmente piuttosto “nervosa” potrebbe aver provocato il conseguente contraccolpo avrebbe provocato la rottura dell’osso del collo risultato fatale alla giovane. Il ragazzo, anch’egli 24enne e incensurato è ora agli arresti domiciliari, indagato per omicidio.

Peraltro, appena saputo della morte della giovane, sua madre ha tentato il suicidio: la donna ha provato a uccidersi con il gas in una strada di Varcaturo, sempre in provincia di Napoli: si è chiusa in automobile e ha provato ad utilizzare una bombola da cucina, per l’appunto per togliersi la vita. Una coppia l’ha fortunatamente notata, ha rotto il vetro e l’ha salvata. Ora è ricoverata in ospedale, ma non è in pericolo di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.