Multe da Autovelox, se non c’è la pattuglia va annullata e dunque non pagata

Avete ricevuto una multa per autovelox? Se la risposta è si, fate attenzione prima di effettuare il pagamento perché se nel momento in cui è stata presa, vicino alla colonnina non vi era alcuna pattuglia della polizia, non dovete pagarla, perché questa viene direttamente annullata. Ebbene si, le multe per autovelox nei centri abitati non dovranno essere pagate se vicino alla colonnina non era presente una pattuglia della polizia, perché in questo caso la sanzione viene annullata. E’ questo quanto affermato dal giudice di pace di Vigevano con la sentenza numero 334/2015 con la quale ha annullato un verbale elevato dalla Polizia Locale di Garlasco. Sono sempre di più gli enti locali che tendono a distribuire autovelox per fare cassa, e così le strade statali, i semafori, le tangenziali e le autostrade sono sempre più ricche di autovelox pronti a fotografarci ed a multarci, ma sappiate che grazie alla sentenza sopra enunciata, alcuni tipi di multe possono essere annullate.

Ritornando al caso sopra citato e secondo quanto riferito dal sito Studio Cataldi, sembra che il giudice di Pace di Vigevano abbia annullato anche un verbale scritto dalla Polizia Locale di Garlasco, in quanto al momento in cui è stata scritta non vi era un presidio da parte degli accertatori. Secondo il giudice, le postazioni di controllo che si trovano in un centro abitato devono essere presidiate e gestite dagli organi di polizia stradale ed ancora le apparecchiature elettroniche utilizzate per la verifica del rispetto dei limiti di velocità, devono essere nella disponibilità di tali organi.

Secondo il giudice di pace, la polizia locale di Garlasco pare non avesse applicato queste disposizioni e nel verbale scritto dagli agenti non erano presenti precise e indicative annotazioni in merito alla corretta applicazione di quanto previsto dall’articolo 345 al comma 4 del regolamento d’esecuzione del codice della strada. Sulla base di questi dati e mancanze il magistrato da deciso di annullare il verbale e nel contempo ha condannato il sindaco di Garlasco a risarcire l’automobilista per le spese d’iscrizione al ruolo della causa, per un importo che ammonta a 43 euro. In altre parole, dunque, affinché una multa da autovelox in centro abitato sia valida, deve esserci una pattuglia che la presidi e gestisca l’apparecchiatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.