Napoli, auto si lancia su un gruppo di manifestanti: travolte 2 persone, muore 62enne colpito da infarto

Una vera e propria tragedia è quella che si è verificata nella mattina di ieri, giovedì 2 febbraio 2016 a Napoli nel corso di una manifestazione di protesta organizzata da un gruppo di lavoratori davanti alla sede dell’Ufficio Scolastico regionale sito nella via Ponte della Maddalena. Nello specifico, stando a quanto emerso dalle prime indiscrezioni sembra proprio che nel corso della manifestazione in questione un uomo di 67 anni alla guida di una Bmw abbia forzato il blocco stradale lanciandosi sulla folla di manifestanti travolgendo due di questi. Un altro dei manifestanti che ha assistito alla scena ha pensato bene di rincorrere l’auto pirata ma proprio durante la corsa è stato colpito da un malore, e precisamente da un infarto e nonostante il tempestivo intervento purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare. L’uomo infatti, di 62 anni, in seguito al malore è stato immediatamente trasportato presso l’ospedale di Loreto a Mare dove i medici hanno fatto davvero il possibile per salvargli la vita ma purtroppo il cuore del sessantaduenne Raffaele Vettorino originario di Pozzuoli ha smesso di battere nonostante i tentativi dei medici di rianimarlo. I due ragazzi che invece, nel corso della manifestazione, sono stati travolti dall’automobile e trascinati per alcuni metri hanno riportato dei politraumi e al momento si trovano ricoverati al Caldarelli e al presidio di via Vespucci.

Un testimone che ha assistito all’intera vicenda ha raccontato nel corso di una recente intervista “La macchina che ha travolto i due lavoratori era una Bmw, mi pare di colore grigio. Erano le 7,30, forse le 7,40”, e ha poi proseguito specificando “Non c’è stato alcun diverbio tra quell’uomo e i nostri compagni. Quando stavamo avviando il presidio quell’automobilista ha letteralmente travolto i due lavoratori che, a seguito dell’impatto, si sono ritrovati sul cofano della macchina”. A proposito del sessantaduenne morto dopo essere stato colto da malore ecco che invece il testimone ha specificato “Gli è venuto un infarto mentre stava rincorrendo l’auto che poco prima aveva investito due persone, una delle quali era un suo conoscente”.

Il pirata che ha travolto i due giovani manifestanti è stato rintracciato dalle forze dell’ordine poco dopo e come precedentemente anticipato sembra proprio si tratti di un uomo di 67 anni trasportato successivamente alla sua identificazione presso il commissariato Vasto di Napoli. Quanto accaduto nella mattina di ieri a Napoli ha lasciato e continua a lasciare molte persone senza parole e proprio a proposito di quanto successo si sono espressi Gianpiero Tipaldi e Stefania Chirico ovvero i responsabili della Cisl Napoli e della Fisascat i quali hanno affermato “Non si può morire in questo modo. Speriamo che si faccia luce presto su questa tragedia. Siamo vicini al dolore della famiglia che si è vista privare all’improvviso di un proprio caro mentre era in piazza per vedere riconosciuto un suo diritto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.