Napoli, tensioni e caos in città per l’arrivo di Matteo Salvini: arrivo il No alla manifestazione, il leghista non ci sta

0

Continua a crescere la polemica alla vigilia della tanto annunciata visita del leader della Lega Nord, Matteo Salvini a Napoli. “Ci hanno appena comunicato che la Mostra D’Oltremare rescinderà il contratto con Salvini. Per questo motivo liberiamo la sala congressi ma saremo comunque in piazza se Salvini dovesse venire ugualmente”, ha dichiarato nella giornata di ieri Alfonso De Vito, il portavoce del Comitato “Mai con Salvini”. Già ancora prima dell’intervento di Matteo Salvini nella giornata di ieri alcune decine di manifestanti aderenti alla rete antirazzista ed ai centri sociali hanno occupato la sala congressi della Mostra d’Oltremare di Napoli proprio dove oggi era in programma una manifestazione con la presenza del leader della Lega Nord. Secondo quanto riferito, sembra che nella sala fossero stati presenti i tecnici per allestire l’impianto audio, ed i manifestanti avrebbero aperto i cancelli ed urlato slogan contro Salvini.

“La Prefettura di Napoli comunica che la manifestazione “Noi con Salvini” prevista per domani 11 marzo si terrà presso la Mostra d’Oltremare”come previsto, si legge in una nota ufficiale”, è questo l’annuncio pervenuto nel corso della prima serata di ieri. Intervenuto sulla questione, anche Gennaro Oliviero, ovvero il consigliere delegato della Mostra d’Oltremare il quale ha riferito che la Mostra d’Oltremare non farà alcun passo indietro sulla decisione di on far svolgere la manifestazione di Matteo Salvini, a meno di un atto ufficiale da parte della Prefettura di Napoli. Venuto a conoscenza su quanto accaduto nella giornata di ieri, e soprattutto dopo aver appreso i no della Mostra d’Oltremare alla manifestazione che era in programma nella giornata di oggi a Napoli, è intervenuto il segretario Matteo Salvini, il quale ha riferito: “Lo stato a Napoli non esiste, comandano violenti e centri sociali. Lo stato non è in grado di garantire democrazia, sicurezza e libertà d’espressione. Non è possibile che l’Italia sia ostaggio di delinquenti, di sindaci complici e ministri assenti”.

Poi Salvini ha anche aggiunto: “Visto che non siano in dittatura e per rispetto nei confronti delle migliaia di persone che hanno annunciato la loro pacifica presenza domani alle 17 sarà a Napoli come previsto”. Intervenuto anche il Ministro dell’Interno, Marco Minniti, il quale ha dato delle precise disposizioni nella giornata di ieri al Prefetto di Napoli, perchè venga assicurato il diritto costituzionalmente garantito dell’onorevole Salvini a tenere la manifestazione programmata oggi nel capoluogo campano.Intervenuto anche il Sindaco De Magistris, il quale ha dichiarato di non aver bisogno di chi sparge odio e violenze, poi ha aggiunto che la Lega non è il nuovo ed ha governato per anni e per questo ha invitato a vedere le leggi che hanno approvato. “Loro vogliono che i soldi vadano in una sola direzione: il Centro Nord. Noi vogliamo un’Italia e una Europa unita nelle diversità”, ha dichiarato il sindaco di Napoli De Magistris. 

Rispondi o Commenta