Noccioline nei polmoni, bambino di due anni operato d’urgenza e trasferito al Mayer in gravi condizioni

0

Gravi le condizioni di un bambino di due anni, il quale è stato trasferito in elicottero nella mattinata di oggi, all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Secondo quanto riferito, il bambino aveva inalato alcuni frammenti di noccioline durante una festa in famiglia nel pomeriggio di sabato, e le sue condizioni erano parse sin da subito gravi, tanto è vero che dopo essere stato trattato in emergenza dall’equipaggio del 118, che ne aveva stabilizzato le condizioni, era stato sottoposto ad un delicato intervento di endoscopia durante la notte tra sabato e domenica, dai sanitari del Santa Maria della Misericordia di Perugia, per la rimozione dei residui di noccioline, arrivate fino ai bronchi. L’intervento ha permesso ai medici di rimuovere con un endoscopio dei frammenti di noccioline finiti accidentalmente nei polmoni, poi in mattinata è stato trasferito in elicottero a Firenze.

Una volta giunto in ospedale, e nello specifico al Pronto Soccorso, sarebbero entrati in azione sul piccolo una equipe di rianimatori e radiologi; il bambino dopo essere stato sedato è stato sottoposto ad una Tac. Sin dai primi istanti, vista la gravità della situazione, i medici del Santa Maria della Misericordia, avrebbero valutato in un primo momento, anche la possibilità di un trasferimento in elicottero all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, ma poi in serata avrebbero deciso di non muoverlo dal Santa Maria della Misericordia intervenendo in modo da cercare di rimuovere la nocciolina andata per traverso durante la festa di compleanno.Secondo quanto riferito, il piccolo aveva inghiottito alcune noccioline durante una festa di compleanno, poi in seguito al lancio dell’allarme, il coordinamento della direttrice della struttura di Pediatria, professoressa Susanna Esposito, tenuto conto della gravità della situazione è stato deciso di allestire d’urgenza un’equipe per procedere ad estrarre dai polmoni i corpi estranei con un fibroscopio.

L’intervento, perfettamente riuscito, è stato eseguito da Francesco Puma, direttore della struttura complessa d Chirurgia toracica, con il contributo degli anestesisti, Simonetta Tesoro e Ada Vecchiarelli ed in collaborazione con il dottor Edoardo Farinelli. Come abbiamo anticipato, il bambino dopo essere stato soccorso è stato trasferito nel reparto di Rianimazione ma nella mattinata di ieri i sanitari hanno provveduto al trasferimento del bambino all’ospedale Meyer di Firenze.

Poi nella giornata di ieri, le condizioni del bambino sono state definite dai medici ancora piuttosto gravi seppur stazionarie; nella mattinata di ieri, i medici con le apposite strumentazioni hanno effettuato la definitiva rimozione dei residui di materiale improprio dai polmoni, è questo quanto comunicato dall’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, attraverso una nota. Sempre nella giornata di ieri, la responsabile dell’ufficio stampa del nosocomio fiorentino ha riferito ancora che il bambino nella giornata odierna potrebbe essere trasferito dalla Rianimazione al Reparto di Degenza pediatrica.Fortunatamente, il bambino adesso respira da solo e dunque ci sono tutti i presupposti per una rapida ripresa.

Rispondi o Commenta