Nuova aggressione nella notte sulla spiaggia di Rimini: carabinieri sventano violenza

Un nuovo episodio di violenza sessuale è avvenuta nella notte tra mercoledì e giovedì sulla spiaggia di Miramare, dopo lo stupro di gruppo subito da una turista polacca di 26 anni nei giorni scorsi. A distanza di 6 giorni l’episodio di violenza si è consumato intorno alle ore 4:30 di notte sul lungomare di Marina Centro nel cuore di Rimini, in una zona buia alle spalle del delfinario, ma fortunatamente questa volta la violenza è stata sventata dal pronto intervento dei carabinieri, i quali sono arrivati sul posto chiamati da un amico della donna che aveva intuito che la stessa potesse trovarsi in pericolo.

Questa volta ad essere presa di mira è stata una coppia di 40 anni di Parma è appena uscita da un locale e nello specifico la donna sotto effetto dell’alcol, così come il compagno, dopo avere subito alcune avance e la sottrazione del cellulare da parte di un 34enne di origine marocchina, è stata attirata sulla spiaggia con la scusa di poterlo riavere, ma una volta arrivata in riva al mare l’uomo avrebbe tentato di violentarla.

L’uomo è stato colto sul fatto dai carabinieri che lo hanno trovato con i pantaloni calati proprio mentre stava cercando di mettere in atto la violenza; l’aggressore è un 34enne di origine marocchina e con precedenti per reati contro il patrimonio, ma sconosciuto sul territorio di Rimini. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale ed estorsione. Intorno alle ore 4:40 i carabinieri di Rimini pare abbiamo ricevuto una chiamata da un uomo di Parma in vacanza in riviera, insieme ad una comitiva di amici il quale li avrebbe avvisati che la sua amica si trovava in pericolo, perché avvicinata da un giovane di colore di circa 30 anni, la quale l’avrebbe convinta ad allontanarsi più o meno volontariamente con lui verso la spiaggia all’altezza del Delfinario di Rimini verso il porto.

Gli inquirenti hanno tenuto a sottolineare il fatto che questo episodio non è assolutamente collegato in alcun modo con lo stupro di gruppo avvenuto lo scorso fine settimana. Nel corso della giornata di ieri, intervenuto l’assessore alla Sicurezza della città romagnola, il quale ha voluto ringraziare i carabinieri per il loro pronto intervento che ha permesso di sventrare lo stupro della donna.

In un momento come questo, dove l’intera nostra comunità è profondamente turbata da atti di violenza contro le donne d’inaudita gravità, segnare con l’arresto del colpevole un colpo a questi violenti e vigliacchi non può che alleggerire, anche se solo di un poco, il peso che in queste ore ci portiamo addosso”, è questo quanto aggiunto dall’ assessore alla sicurezza della città romagnola Jamil Sadegholvaad. Intervenuto anche il vicepresidente di alternativa popolare Sergio Pizzolante, il quale sulla sua pagina Facebook ha dichiarato che si tratta di un fatto gravissimo e che i delinquenti anche quelli del precedente stupro devono essere presi e saranno presi e bisogna fare di tutto affinché non succeda più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.