Segui Newsitaliane.it su Facebook

Pepe nero contaminato: attenzione al lotto ritirato


In questo mese ci sono già stati un paio di richiami da parte del ministero della salute. Il primo interessava un tipo di salame nostrano, il secondo quello della parola. Anche se, va detto che, il ritiro della provola era per la presenza del batterio listeria. Quando accadono questi problemi negli alimenti, l’avvertimento del nostro ministero, riporta sia la marca e il lotto del bene ritirato dal mercato. È fortemente sconsigliato non prendere alla lettera tale avvertimento e magari assaggiando il prodotto. La salmonellosi è un tipo di intossicazione alimentare causata dalla salmonella, esistono molti di questi batteri. I bambini hanno più probabilità di prendere la salmonellosi, gli anziani, e chi soffre di disturbi gastrointestinali. Il gruppo dei batteri della salmonella provoca intossicazione alimentare. Questi batteri vivono all’intestino dell’uomo e degli animali. L’infezione si verifica quando il cibo è stato infettato con le feci di animali e poi viene mangiato. La salmonellosi è un’infezione del piccolo intestino, è uno dei più comuni tipi di intossicazione alimentare.

Purtroppo a volte si tratta di bufale ma nel caso del pepe nero Cucina e Sapori è tutto vero. Stiamo parlando del pepe nero, il quale è risultato essere contaminato da salmonella. Il Ministero della salute ha pubblicato oggi il richiamo di un lotto di pepe nero macinato “Cucina e Sapori” prodotto da Verka Sas, un’azienda di Verona con sede dello stabilimento in via Archimede, 18 Negar loc. La spezia, nella confezione da 35 grammi, è della Verka di Arbizzano (Verona).

Pertanto si raccomanda di non consumare il prodotto indicato e di riportarlo al punto vendita per ottenere un rimborso. Ogni giorno il Ministero della Salute si occupa della sicurezza alimentare e ritira dal mercato prodotti contaminati. A riferirlo è stato Giovanni D’Agata presidente dello sportello dei diritti il quale ha dichiarato che non si esclude che ingerire il prodotto possa provocare un pericolo non indifferente per la salute. Esistono però dei casi di salmonellosi molto gravi, in cui il contatto potrebbe anche portare al ricovero in ospedale. Arbizzano, per la presenza di salmonella spp nel prodotto. In realtà, alimenti come salumi e uova sono quelli maggiormente esposti al rischio salmonella rispetto agli altri.

Fattori di rischio della salmonellosi

I fattori che possono aumentare il rischio di infezione da salmonella sono le attività che possono portare a stretto contatto con il batterio e le malattie che possono indebolire la resistenza alle infezioni in generale.
Qui di seguito ci sono i principali fattori di rischio.

Viaggi internazionali
L’infezione da Salmonella è più comune nei paesi in via di sviluppo, secondo i medici la causa è la scarsa igiene, in realtà la popolazione delle nazioni povere ha un alimentazione poco salutare.
La frutta costa molto e quindi mangiano quasi sempre cibi cotti e spesso fritti molto riso, fagioli, carne di maiale e uova.
Questo tipo di alimentazione non nutre perché la cottura distrugge le sostanze nutrienti, inoltre mangiando poca frutta, verdura e noci, spesso hanno una carenza di vitamine e sali minerali.
Il sistema immunitario è debole e l’intestino deve fare un lavoro eccessivo per digerire questi cibi cotti.

Possedere un rettile o un uccello in casa
Alcuni animali, soprattutto uccelli e rettili, possono essere infettati con il batterio della salmonella.

Privacy Policy