Piacenza, bambino di sei anni annega nella piscina del centro estivo

Ancora una tragedia nel nostro paese e ancora una volta, un bambino è morto in circostanze davvero terribili. La tragedia questa volta è  avvenuta a Pontenure, in provincia di Piacenza, nella giornata di ieri dove un bambino di 6 anni è annegato nella piscina del centro sportivo del paese, mentre si trovava insieme ad altri bambini e nello specifico pare stesse partecipando ad un gruppo estivo.

Secondo una prima ricostruzione svolta dai Carabinieri, sembra che i bagnini abbiamo notato il piccolo in difficoltà nell’acqua della piscina degli adulti, ma quando è stato tirato fuori ormai il piccolo era privo di conoscenza e nonostante siano iniziate immediatamente le manovre di rianimazione a bordo vasca, che sono proseguite per circa un’ora, il piccolo purtroppo non ce l’ha fatta.

Intervenuti immediatamente anche i sanitari del 118 provenienti da Piacenza, oltre che l’eliambulanza che ha trasportato il bambino di urgenza in fin di vita all’ospedale, ma come già abbiamo detto, le sue condizioni di salute erano piuttosto gravi tanto che il bambino è deceduto subito dopo pochi minuti dal suo arrivo in ospedale.

Non sono note le cause della morte, e nonostante ancora non sia arrivata conferma ufficiale pare che la Procura della Repubblica abbia delegato per le indagini carabinieri e chiesto un accertamento al medico legale. Sarà dunque l’eventuale, ma quasi certo esame del medico legale che verrà disposto dalla Procura della Repubblica di Piacenza a chiarire con precisione le cause della tragica morte del bambino di 6 anni che nella mattinata di ieri ha perso la vita nella piscina del centro sportivo di Pontenure. La vittima si chiamava Mattia Cattivelli, un bambino di 6 anni deceduto come abbiamo detto, dopo essere giunto in ospedale in condizioni disperate, così come disperati sono i genitori Giorgia e Gabriele con i quali il piccolo viveva in paese.

L’autopsia dovrà chiarire nello specifico se il bambino è morto a causa dell’ acqua penetrata nelle vie respiratorie e dunque per asfissia e arresto cardiaco, oppure se possa essere stato colto da un malore improvviso mentre nuotava, circostanza che però al momento sembra essere stata esclusa. Come già detto,  ad indagare sulla morte del bambino sono i carabinieri della stazione di Pontenure i quali hanno già ascoltato nel corso della giornata di ieri diverse testimonianze di persone presenti nel centro sportivo di Pontenure, poco prima delle ore 12:00, dove Mattia aveva trascorso l’intera mattinata in compagnia di altri bambini impegnati in attività estive che in questi giorni sono in corso nel centro sportivo e in piscina. In segno di lutto a Pontenure, città del piccolo Mattia sono stati annullati festeggiamenti e manifestazioni per la sagra di San Giacomo previsti nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.