Prato, cadavere di un uomo di 38 anni davanti al Tribubale: rapinato e ucciso con un cacciavite

Nella giornata di giovedì un uomo di 38 anni Leonardo Lo Cascio è stato ritrovato morto nel piazzale Falcone e Borsellino davanti al tribunale di Prato e purtroppo prende campo l’ipotesi più agghiacciante ovvero quello della rapina. Ebbene, sembra che quasi sicuramente si tratti un omicidio a scopo di rapina quello compiuto nella serata di giovedì a Prato dove il corpo di un uomo è stato ritrovato davanti al tribunale; la vittima. come già anticipato. si chiama Leonardo Lo Cascio ed è un uomo di 38 anni portiere di notte in un albergo, il quale si stava recando al lavoro, quando è stato aggredito per portargli via lo zainetto. Ad avvalorare la tesi degli inquirenti le immagini delle telecamere di sicurezza che al momento sono al vaglio dei carabinieri, le quali mostrano come l’aggressore lo abbia seguito dopo che l’uomo era sceso da un autobus.

Le telecamere tuttavia non sembra abbiano ripreso il momento dell’aggressione ma si ipotizza che il portiere abbia potuto difendersi dall’aggressore che lo ha colpito alla gola con un’ arma da punta forse un cacciavite uccidendolo. Lo zainetto dell’uomo è stato ritrovato poco distante dal cadavere e il portafogli di Leonardo Lo Cascio è stato ritrovato in un cassonetto dei rifiuti poco distante. Le forze dell’ordine giunte sul posto hanno ritrovato il cadavere dell’uomo interamente coperto di sangue e disteso a terra nei giardini in mezzo al parcheggio, che di giorno è piuttosto affollato e trafficato, mentre la sera diventa deserto e non particolarmente luminoso. A notare il cadavere dell’uomo pare sia stata una giovane coppia che ha dato subito l’allarme, anche se poco prima al 112 era arrivata una telefonata anonima che aveva fatto la stessa segnalazione. “C’è un cadavere davanti al tribunale”, ha detto la voce di un uomo che poi ha riagganciato.

Come già anticipato la vittima lavorava come portiere notturno in un hotel, e nello specifico l’art Hotel museo, da circa 8 mesi dove prestava servizio part-time due volte la settimana dalle ore 22:00 alle ore 7:00. Pochi minuti dopo l’arrivo delle forze dell’ordine, è arrivato sul posto anche il sostituto procuratore di turno, Egidio Celano, il cui ufficio dà proprio sul piazzale Falcone e Borsellino. Il cadavere del 42enne è stato esaminato dal medico legale al quale probabilmente sarà affidata anche l’autopsia che potrà dare utili indicazioni agli inquirenti.

Nonostante gli inquirenti siano convinti  del fatto che l’uomo sia stato ucciso in seguito ad una rapina, va sottolineato che si tratta dei primi rilievi per cui non è escluso che la vittima sia stata uccisa con un’altra modalità, ad esempio utilizzando un’ arma da fuoco anche se l’assenza di bossoli nei pressi di ritrovamento del corpo farebbero escludere tale ipotesi.

One comment

  1. Giuseppe Garibaldi

    queste sono le conseguenze di una politica dissennata. I nostri politici sono buoni solo a sparlare solo per confermare il loro vitalizio (vedi rappresentante falso comunista che partecipa a rete 4 che mette in evidenza del popolo italiano che non è più solo alla mercè di grosse organizzazioni di delinquenti, ma di piccoli individui italiani e non provenienti in gita da altre nazioni per delinquere). Continuino così. Verrà una fine pacifica, ovvero più probabile sanguinosa. AUGURI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.