Prevenzione del cancro: le cartoline degli oncologi con utili consigli da seguire

Giornata mondiale contro il cancro 4 febbraio 2017, undici ricercatori, oncologi e chirurghi dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e dell’Istituto Dermatologico San Gallicano di Roma Si sono impegnati direttamente con la “faccia” inviando messaggi ai cittadini utilizzando 11 cartoline che danno consigli che tutti noi possiamo mettere facilmente in pratica. “Io posso”, non solo però il 4 febbraio.

L’oncologo Francesco Cognetti nella sua personale cartolina, visibile sul sito http://www.ifo.it/index/news/Febbraio-2017/IFO-per-World-Cancer-Day-2017.html, suggerisce: “Cancro?” “Occorre chiedersi – spiegano – come possiamo impegnarci in prima persona e tutti insieme per prevenire e curare il cancro e soprattutto contribuire alla riduzione dell’impatto globale prodotto dalla patologia sulla persona, la famiglia, la società ed il lavoro”.

E il World Cancer Day è l’occasione giusta per riflettere e imparare stili di vita salutari, senza dimenticare l’importante sostegno alla ricerca scientifica. Ora lo sai: c’è un vaccino che previene il cancro causato dall’Hpv negli uomini e nelle donne. “Le nuove terapie lo possono risvegliare”.

prof. Armando Santoro, direttore del  Cancer Center Humanitas di Rozzano, un fiore all’occhiello della sanita’ italiana.

Professor Santoro a che punto siamo nella battaglia oncologica?
“Negli ultimi 15 anni sono stati fatti dei grandi passi relativamente alle prospettive di guarigione e sopravvivenza. Per molti tumori, a differenza del passato, possiamo parlare di una malattia con la quale si convive a lungo. Fra i tumori piu’ comuni, come quello della mammella, del colon retto e alcuni tipi di linfomi e melanomi sono evidenti percentuali di guarigione intorno al 70/80% con aspettative di vita impensabili soltanto pochi anni fa”.

E novita’ sulle modalità di cura?
“Anche qui i passi avanti sono stati notevoli, con cure meno invasive e ‘pesanti’, in grado di ridurre  al minimo il livello di tossicita’, sia dal punto di vista chirurgico ( chirurgia laparoscopica e robotica) che radioterapico (terapia stereotassica) e farmacologico (farmaci a bersaglio molecolare ed immunoterapia)”

Sono aumentate negli ultimi anni le malattie oncologiche?
“Il rischio non e’ aumentato, sono solo aumentati gli anziani. La vita media si e’ allungata e queste malattie toccano con più’ frequenza un spettro di pubblico senior”

Ed infine qualche regola comportamentale per starci il piu’ lontano possibile?
“Si puo’ ottenere molto con uno stile di vita adeguato e con la prevenzione primaria e secondaria. Per quanto riguarda lo stile di vita le regole sono poche e semplici: occorre mantenere il proprio peso ottimale, alimentarsi in modo sano, non eccedere con gli alcolici e non fumare. La prevenzione che significa soprattutto esami, controlli e screening in particolare per colon retto, cervice uterina e mammella, rappresenta un altro grande ‘guerriero’al nostro fianco in questa battaglia’. C’e’ ancora molto da fare , molte sono le necessita’, ma finalmente cominciamo a vedere molta piu’ luce in questo percorso difficile e complesso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.