Previsioni meteo oggi lunedì 19 giugno (2017) temperature in calo in tutta Italia

Giuda tradisce ancora una volta: dopo una settimana di afa e temperature roventi su gran parte dell’Italia, un’area depressionaria in transito sui Balcani determinerà, nella giornata di oggi, temporali e venti forti al Centro-Sud.

Intanto per domani, domenica 18 Giugno 2017, sulle regioni settentrionali al mattino nubi sparse alternate ad ampie schiarite ma senza fenomeni.

Temperature minime e massime in calo al Centro-Nord, stazionarie o in lieve diminuzione al Sud. Nel pomeriggio di domenicasono previsti 25 gradi ad Ancona, Pescara, Brindisi e Bari; 26 gradi a Rimini, 27 gradi a Perugia, 28 a Torino, Viterbo, Palermo; 29 ad Aosta, Roma, Firenze e Cagliari; 30 gradi a Bologna e Milano; 32 ad Alghero. Ma già da lunedì le temperature ricominceranno a risalire fino al picco previsto per mercoledì: secondo gli esperti il caldo tornerà a far registrare in città 35 gradi. E la situazione è difficile anche in Italia, dove si è registrata a livello nazionale secondo il Cnr la seconda primavera più calda dal 1800 ad oggi, con un’anomalia di +1,9 gradi e la terza più asciutta con un deficit di quasi il 50% rispetto al periodo 1971-2000. Tre mesi consecutivi di caldo torrido, assenza di precipitazioni e temperature nettamente sopra la media stagionale. A dimostrarlo sarebbe un’elaborazione dei dati divulgati dalla Nasa’s Goddard Institute for Space Studies (GISS) in occasione della Giornata mondiale della lotta alla desertificazione e alla siccità (che l’Onu promuove ogni 17 giugno).

Tuttavia si tratta soltanto di una pausa rispetto al grande caldo, che a detta dei meteorologi, caratterizzerà questa estate 2017. “A maggio la temperatura media sulla superficie della Terra e degli oceani è stata inferiore solo a quella del 2016, con un valore di 0,88 gradi Celsius superiore alla media di riferimento del 1951-1980″. Le temperature massime raggiungeranno i 28°C al nord, mentre su Toscana, Lazio e Sardegna potremo localmente raggiungere i 30/31 °C.

OGGI – NORD: Al nord ovest nubi sparse con ampie schiarite sulle Alpi occidentali, Sereno altrove. Al nord est nubi sparse con ampie schiarite sulle Dolomiti, Sereno altrove. CENTRO: Sul tirreno si registrano nubi sparse con ampie schiarite sulla dorsale laziale, soleggiato altrove per tutta la giornata. Sul versante adriatico cieli sereni. SUD: Sul tirreno sereno sulle pianure, nubi sparse con ampie schiarite altrove. Sull’adriatico sereno sul litorale adriatico e sulle Murge, nubi sparse con ampie schiarite altrove. Sulle isole maggiori sereno.

DOMANI – NORD: Sereno in riviera ligure e sulle pianure lombardo piemontesi, nubi sparse con ampie schiarite sulle Alpi occidentali, coperto sulle Alpi centrali. Al nord est ampie schiarite sulle Dolomiti, sereno altrove. CENTRO: Cieli sereni sulle pianure toscane e sui litorali, soleggiato per tutto l’arco della giornata seppur con locali temporali di calore lungo l’Appennino. Massime ancora comprese tra 28 e 33. SUD: Nubi sparse con ampie schiarite sulla dorsale calabra, sereno altrove. Sull’adriatico nubi sparse con ampie schiarite sul litorale ionico, sereno altrove. Sulle isole maggiori sereno.

DOPODOMANI – NORD: Sulle pianure piemontesi, venete ed emiliane cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, con transito di velature dal pomeriggio. Sulle pianure lombarde cieli parzialmente nuvolosi per l’intera giornata. CENTRO: Sulla dorsale toscana cieli parzialmente nuvolosi per l’intera giornata. Sulla dorsale umbro-marchigiana giornata soleggiata, salvo velature in transito dalla sera. Sulla dorsale laziale soleggiato. SUD: Sulla dorsale campano-molisana giornata soleggiata. Sulla dorsale lucana cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, con transito di velature dal pomeriggio. Sulla dorsale calabrese bel tempo con sole.

ARRIVA IL CALDO, COME PROTEGGERCI.

I principali fattori di rischio che aumentano la suscettibilità individuale agli effetti delle alte temperature sono: l’età avanzata, la presenza di patologie a carico degli apparati respiratorio e cardiovascolare, patologie psichiatriche e del sistema nervoso centrale e fattori ambientali e sociali come ad esempio condizioni abitative sfavorevoli, vivere in una situazione urbana o metropolitana, vivere da soli, avere un basso reddito o un basso livello socioeconomico. Recenti studi hanno evidenziato un rischio di nascite pre-termine nei giorni con elevate temperature. Oltre agli anziani anche i bambini piccoli sono tra i sottogruppi a maggior rischio, come anche alcune categorie di lavoratori outdoor, come quelli che lavorano nel settore dell’agricoltura. In relazione a tali evidenze il Ministero della Salute promuove ogni estate una serie di attività a tutela della salute della popolazione più vulnerabile nell’ambito del “Piano Operativo Nazionale della Prevenzione effetti del caldo sulla salute”, tra queste iniziative ci sono anche campagne di informazione per la popolazione generale e per i sottogruppi a rischio.Questo opuscolo vuole fornire semplici ma utili consigli.

Sia in casa che all’aperto, indossare abiti leggeri, non aderenti, preferibilmente di fibre naturali per assorbire meglio il sudore e permettere la traspirazione della cute. Se si esce nelle ore più calde non dimenticare di proteggere il capo con un cappello di colore chiaro e gli occhi con occhiali da sole; inoltre proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo.

Schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle, persiane, tende, ecc. Chiudere le finestre durante il giorno e aprirle durante le ore più fresche della giornata (la sera e la notte).Se si utilizza l’impianto di aria condizionata, ricordarsi che questo efficace strumento va utilizzato adottando alcune precauzioni per evitare conseguenze sulla salute e eccessivi consumi energetici. In particolare, si raccomanda di utilizzarlo preferibilmente nelle giornate con condizioni climatiche a rischio; regolare la temperatura tra i 25°C – 27°C; coprirsi nel passaggio da un ambiente caldo ad uno più freddo; provvedere alla manutenzione e alla pulizia regolare dei filtri; evitare l’uso contemporaneo di elettrodomestici che
producono calore e consumo di energia.

Quando fa molto caldo, la temperatura corporea può innalzarsi provocando sensazioni di disagio, fino a giungere al più grave colpo di calore nelle persone più suscettibili (come ad esempio bambini, anziani, malati cronici). Quando si è accaldati è consigliabile fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnare viso e braccia con acqua fresca. Controllare regolarmente la temperatura corporea di lattanti e bambini piccoli.

Nelle ore più calde della giornata evitare di praticare all’aperto attività fisica intensa. Fare particolare attenzione a mantenere un’adeguata idratazione, bevendo adeguatamente per integrare i liquidi persi con il sudore.

Evitare di uscire all’aria aperta nelle ore più calde cioè dalle ore 11.00 alle 18.00. Se esci per una passeggiata all’aria aperta, evita le strade trafficate dove i livelli di inquinamento sono più elevati e possono
potenziare gli effetti nocivi del caldo. Dopo il particolato, l’ozono è tra
gli inquinanti atmosferici più dannosi per la salute per i livelli di tossicità e di concentrazione che possono essere raggiunti nelle giornate più calde. Infatti, questo inquinante, che si forma in presenza di elevato irraggiamento solare, può causare disturbi respiratori ed è pericoloso soprattutto per i bambini asmatici e i malati di bronco – pneumopatia cronico ostruttiva.

Quando fa caldo è consigliato bere almeno 2 litri di acqua al giorno (salvo diversa indicazione del medico curante). Gli anziani devono bere anche se non ne sentono il bisogno. Evitare di bere alcolici e limitare l’assunzione di bevande gassate o troppo fredde. Mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua (frutta e verdura). Porre particolare attenzione alla conservazione degli alimenti in quanto le elevate temperature possono favorire la proliferazione di germi potenziali cause di patologie gastroenteriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.