Raoul Bova: Non riesco a fare a meno da Rocio e Luna

Viene voglia di non far rumore e di fermarsi a guardare da lontano. Non si può rompere la magia che c’è tra Rocio Munoz Morales, Raoul Bova e la loro bambina, Luna, un anno compiuto lo scorso dicembre. In effetti, il quadretto familiare, tra fiori e sorrisi, crea un leggero incanto. I due attori, legati da quattro anni, in un parco, a Roma, un sabato mattina, sono il ritratto della felicità. Rocio e Raoul osservano con occhi innamorati la piccola Luna. Seduti vicini, s’incantano a guardarla mentre tiene tra le dita una margherita. Poi la spupazzano, la sbaciucchiano, e ridono insieme. La mattinata passa veloce, nel caldo della primavera romana, giocando tra l’altalena e le giostrine.

«MI MANCA TANTO» Per la famiglia Bova, ogni momento è prezioso per stare insieme. In questo periodo, Rocio, spagnola di Madrid, è sul set del film Tu mi nascondi qualcosa, a Cuneo, accanto a Rocco Papaleo, e Raoul è impegnato nella tournée teatrale di Due, con Chiara Francini. Ma, appena possono, corrono dalla loro bambina e si ritrovano a Roma.
«Luna mi manca tanto. Non vedo l’ora di tornare a casa», dice l’attore a Oggi, nei giorni della tappa torinese del suo spettacolo di gran successo.

Lo sai, te lo aspetti, eppure sorprende vedere quanti fan ha Raoul Bova. Non sono solo donne, e sono tutti affettuosi, tutti tenaci, tutti insonni. Alla fine della rappresentazione serale di Due, all’Alfieri di Torino, un centinaio di persone lo aspetta all’uscita del teatro (la sala era davvero zeppa, anche dopo la rappresentazione del pomeriggio). Un bel gruppetto si ritrova in attesa anche davanti a una pizzeria di piazza Solferino. Un altro, arriva persino nell’albergo dove alloggia l’attore, sperando di fare una foto con lui, di avere un autografo, di dirgli che l’ammira. C’è chi ha preparato un biglietto con la locandina dello spettacolo, ha scritto il suo nome, Mirella, e aspetta l’attore per avere una dedica. C’è chi lo insegue dal giorno prima. Bova sorride, firma, si fa fotografare. Stanco, un po’ influenzato, gentile. Magari col pensiero che va verso casa, a Luna e a Rodo.

«ADORA IL SUO PAPÀ» Nel parco romano, Rodo e Raoul appaiono teneri e attenti nei ruoli di mamma e papà. Perfetti. E fa niente se l’attrice, in un’intervista a Oggi, qualche mese fa, ha detto che in realtà si considerano genitori imperfetti. «Sappiamo solo che amiamo nostra figlia alla follia», ha confidato Rodo. «Luna è una bambina molto affettuosa. Lo è con tutti. Ma, soprattutto, adora il suo papà. E Raoul è un padre innamorato». E questo si vede. Anche da come l’attore guida i piccoli passi della figlia, tenendola per mano, da come la guarda, da come la spinge sull’altalena. Raoul Bova ha altri due figli, Alessandro e Francesco, di 17 e 15 anni, avuti dall’ex moglie, Chiara Giordano. I giorni fatti di sofferenze e polemiche della separazione, avvenuta nel 2013, sono lontani.

«Alla fine sono contento di aver vissuto questo momento difficile della mia vita, perché ora mi sento veramente libero», ha raccontato l’attore a Verissimo, recentemente. «Libero dalla schiavitù del consenso degli altri, perché per prendere una medaglia rischi di non riconoscere più te stesso e arrivi alla fine della tua vita dicendo: “Ma ho fatto veramente quello che volevo fare o ho solo fatto quello che volevano gli altri?”».
L’attore, da sempre amatissimo, ha raccontato nel programma L’intervista, di Maurizio Costanzo, di aver sentito, in passato, il peso della sua immagine di padre perfetto.

«IL LEGAME È PIÙ FORTE» «Ho anche io le mie contraddizioni e le mie debolezze», ha confidato con gli occhi lucidi, la sincerità del cuore, la bellezza che gli appartiene. «Luna è nata quando c’erano ancora tante difficoltà. Ma quando la guardavo, sembrava che lei mi dicesse, passerà». E sembra che sia davvero così. «Gli ultimi anni sono stati intensi», ha confidato Rodo a Oggi. «Non sono mancate le difficoltà. Ma il nostro legame si è fortificato». Anche grazie a Luna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.