Ravenna, due poliziotti morti in un incidente stradale intervenuti per sedare una lite

Un grave incidente è avvenuto nella giornata di ieri a Ravenna, dove due poliziotti della questura di Ravenna sono morti. Purtroppo il bilancio di un incidente stradale accaduto a Lido Adriano sul litorale ravennate intorno alla mezzanotte di sabato è piuttosto grave perché a morire sono stati due poliziotti della questura di Ravenna, un uomo e una donna; secondo quanto riferito i due pare si trovassero sulla strada a bordo della volante per raggiungere un camping rivierasco per sedare una lite, ma all’uscita di una curva pare siano finiti contro uno degli alberi che costeggia la strada morendo sul colpo. In seguito all’incidente, sul posto sono giunti immediatamente gli operatori del 118, la polizia municipale e i carabinieri, ma purtroppo per i due poliziotti non si sarebbe stato più nulla da fare perché come già abbiamo detto i due sarebbero morti sul colpo.

Le vittime si chiamavano Nicoletta Missiroli commissario 52enne di Fusignano e Pietro pezzi la gente di 29 anni di Russi sempre in provincia di Ravenna. L’incidente è avvenuto circa la mezzanotte di sabato 16 settembre quando i due poliziotti stavano recando al Lido di Dante, per tentare di calmare una lite nata tra irlandesi all’interno di un campeggio del posto; alla guida dell’auto vi era il ventinovenne e l’incidente si è verificato vicino a Lido Adriano, quando la vettura con i due poliziotti a bordo, ha svoltato a sinistra su viale Manzoni centrando uno degli alberi che costeggia la strada.

Non sembra che i poliziotti andassero a velocità sostenuta, perché il contachilometri è rimasto fermo sugli 80 km orari, più che altro secondo la prima ricostruzione pare che l’incidente possa essere avvenuto per via delle cattive condizioni della strada, visto che aveva appena terminato di piovere con parecchia intensità. A riprendere tutto sono state le telecamere di un vicino incrocio e queste sono state visionate dalle forze dell’ordine e pare si sia visto che l’auto che non viaggiasse a velocità sostenuta e che improvvisamente è andata a schiantarsi contro l’albero.

Come già abbiamo detto, le vittime sono un uomo e una donna e nello specifico è il sostituto commissario Nicoletta Missiroli nata il 18 dicembre del 1963 residente a Fusignano nel ravennate, la quale aveva conseguito una laurea in sociologia a indirizzo politico ed era entrato in polizia nel 1988 passando alla stradale di Bologna e poi alla sezione di Imola dove era rimasta fino al 1999; poi la Tiroli era stata trasferita alla Questura di Venezia dopo avere vinto un concorso per diventare ispettrice e da lì nel 2003 passò alla questura di Bologna con l’incarico di responsabile dei servizi di scorta e tutela delle personalità. Grande cordoglio da parte delle forze di polizia e nella giornata di ieri il ministro dell‘Interno Marco Minniti ha telefonato al capo della polizia Franco Gabrielli per esprimere la propria solidarietà e vicinanza ai familiari delle vittime.“Esprimiamo il nostro più accorato cordoglio ai familiari, al questore Russo e ai colleghi e alle colleghe del poliziotto e della poliziotta scomparsi“, ha aggiunto con una nota.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.