Redditi politici. Fedeli è la più ricca, il più “povero” Maurizio Martina

La ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, con 180.921 euro, è la più ricca del governo Gentiloni. In secondo posizione il titolare della Cultura Dario Franceschini, con 148.692 euro. Curva discendente per il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan: passato dai 216 mila euro percepiti in qualità di vicesegretario generale e capo economista Ocse prima di entrare a far parte del governo Renzi, ai 99.427 euro di reddito imponibile dichiarati nel 2015 fino agli 49.958 euro dichiarati nel 2016. In coda, invece, il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, con un reddito di 46.750 euro. Risulta, che Piero Grasso dichiari il doppio della Boldrini.

Anna Finocchiaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento, ha dichiarato un reddito imponibile di 144.853 euro ed è terza nella top ten del governo. E’ Giovanni Monchiero di Civici e Innovatori il capogruppo più ricco a Montecitorio: nel 2016 ha dichiarato un reddito imponibile di 219.964 euro, nel 2015 203.035 euro.

Abbasso i 100 mila euro dichiarati anche se il sottosegretario di stato della territoriale Claudio de Vincenti, per mezzo di 97.728 euro, Gian Luca Galletti, Vano, per mezzo di 97.631 euro, la ministra della Benessere Beatrice Lorenzin, per mezzo di 97.576 euro, la ministra della Salvaguardia Roberta Pinotti, per mezzo di 96.663 euro, la sottosegretaria alla presidenza del Guida Maria Elena Boschi per mezzo di 96.571 euro, il sottosegretario di stato dell’Interiore Marco Minniti, per mezzo di 92.237.

Beppe Grillo, 71.957 euro, l’anno precedente aveva infatti dichiarato 355.247 euro. La seconda carica dello Stato ha dichiarato un imponibile di 340.563 euro mentre quello della Boldrini è pari a 144.883 euro. Solo quinto il premier Paolo Gentiloni con 109.607, poi il ministro dei Trasporti Graziano Delrio, con 104.473 euro, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, con 104.432 euro, il ministro degli Esteri Angelino Alfano, con 102.300 euro, il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, con 102.058 euro, la ministra della Pubblica amministrazione Marianna Madia, con 98.816 euro. Stesso reddito per il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e il ministro dello Sport, Luca Lotti, con 98.471 euro. A Palazzo Madama, il capogruppo più ricco è Karl Zeller, esponente della Svp con 422,779 euro di imponibile. Luigi Zanda, presidente dei senatori Pd ha un reddito di 140.892 euro, mentre Loredana De Petris, di Sinistra Italiana 139.216 euro. Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale nel 2016 ha dichiarato 96.196 euro, nel 2015 96.271 euro. Sempre attorno a quella cifra, Michela Montevecchi, dei cinque stelle, dichiara 101.326 euro e Laura Bianconi, di Ap, con un imponibile di 97.761 euro. Francesco Saverio Romano del gruppo Scelta Civica-Ala-Maie ha dichiarato nel 2016 104.094 di imponibile, nel 2015 122.850 euro.

Il Bollettino delle dichiarazioni patrimoniali, dei redditi e delle spese elettorali per l’anno 2016, presentate dai deputati ai sensi della legge n. 441 del 5 luglio 1982 – già diffuse on-line nei siti www.parlamento.it e www.camera.it, ai sensi dell’art”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.