Il regista Fausto Brizzi accusato di molestie sessuali, la Warner Bross cancella il suo nome dall’ultimo film

In seguito alle gravi accuse nei suoi confronti, la Warner Bros Italia ha deciso di cancellare il nome di Fausto Brizzi dal prossimo film in uscita poveri ma ricchissimi. La notizia arrivata nel corso della giornata di ieri è stata confermata sul sito della Warner che indicando i prossimi film in uscita, pare abbia fatto il nome del sequel di “Poveri ma ricchi” senza citare il nome del regista. Brizzi è stato accusato da circa 10 ragazze di molestie sessuali. L’autore del servizio andato in onda alle Iene, ovvero Dino Giarrusso ha fatto sapere che ben 10 attrici su 30 che sono state intervistate, hanno fatto il nome del regista e ci sarebbero anche altri nomi di personaggi noti che non vogliono accanirsi su Brizzi. Il servizio in questione che è andato in onda nella l’indomani delle dichiarazioni del regista, il quale aveva riferito e ribadito di non avere mai avuto rapporti non consenzienti con le donne interessate e che lo avrebbero accusato di molestie.

L’autore del servizio ha però mandato in onda delle testimonianze alcune fatte da volti coperti e voci contraffatte e ad eccezione di Clarissa Marchese Miss Italia nel 2004 e della modella Alessandra Giulia Bassi le quali sono state le uniche due che non hanno chiesto la riservatezza. L’autore spiega che queste ragazze non si riconoscono fra loro ma il loro racconti si somigliano in modo davvero impressionante. “Mi vergognavo come una ladra, avevo paura di non essere creduta”. Un’altra ancora: “Alcuni addetti ai lavori mi hanno consigliato di non fare azioni legali”, riferisce una delle “vittime”. Le ragazze raccontano di uno studio che però è anche una casa, di uno studio e abitazione con tanto di vasca idromassaggio, soggiorno e camera da letto dove le ragazze venivano invitate per fare i provini.

Le ragazze raccontano dei primi approcci e nello specifico di tentativi di fare massaggi per poi passare a delle azioni e insistenze sempre maggiori e più aggressivi. In alcuni casi il regista si sarebbe spogliato completamente nudo, tentando approcci sempre più pesanti con le ragazze. Alcune raccontano anche di aver opposto Resistenza e un’altra dice di essere stata costretta ad un rapporto sentendoti immobilizzata.

“Lo abbiamo cercato in ogni modo, al telefono, allo studio. Siamo pronti ad ascoltarlo in ogni momento, ma siamo pronti ad ascoltare anche tutte le altre ragazze che hanno subito molestie da qualsiasi regista o produttore di cinema o tv”, ha riferito Giarruso, ovvero l’autore del servizio“Assisto con dolore alle accuse che stanno rivolgendo in queste ore a Fausto Brizzi. Con me si è sempre comportato da vero gentiluomo”, taggando anche la moglie del regista, Claudia Zanella. Fausto Brizzi, 49enne regista Romano di commedie simpatiche e leggere è stato travolto da questa incredibile vicenda, ma si dichiara innocente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.