Respinto il ricorso di Berlusconi, dovrà versare un assegno mensile di 2 milioni di euro all’ex moglie

Nella giornata di ieri la Cassazione ha confermato l’assegno di €2000000 al mese in favore della Lario, ovvero l’ex moglie di Silvio Berlusconi.  Il motivo?  Secondo quanto è riferito, sembra che la Cassazione abbia preso questa decisione motivando che Silvio Berlusconi è uno degli uomini più ricchi del mondo ed è rilevante la disparità dei suoi redditi rispetto a quelli della moglie Veronica Lario.  Sulla base di questa sentenza, dunque Silvio Berlusconi dovrà versare €2000000 al mese in favore dell’ex moglie;  sempre in questa occasione, la Cassazione ha respinto il ricorso del leader di Forza Italia contro il maxi assegno, rilevando che la separazione non elimina la permanenza del vincolo coniugale e il dovere di assistenza, garantendo il precedente tenore di vita.

Nessuno sconto adunque per Silvio Berlusconi il quale aveva presentato ricorso dopo la sentenza della Corte d’Appello che aveva confermato e ridotto di 1000000 euro rispetto ai precedenti tra l’assegno di mantenimento. La decisione dei supremi giudici è arrivata dopo l‘udienza pubblica svolta nello scorso mese di novembre, durante la quale la Procura generale aveva sollecitato una revisione al ribasso dell’assegno;  i giudici nello specifico nella sentenza depositata nella giornata di ieri, hanno rilevato che con la separazione il rapporto coniugale non viene meno, determinandosi soltanto una sospensione dei doveri di natura personali quali la convivenza, la fedeltà e la collaborazione e dunque non vengono meno gli aspetti di natura patrimoniale.

Sulla base di queste motivazioni, i giudici hanno obbligato Silvio Berlusconi all’assistenza materiale, che trova di regola attuazione nel riconoscimento di un assegno di mantenimento in favore del coniuge che versa in una posizione economica inferiore e non è in grado di mantenere con i propri redditi un tenore di vita analogo a quello offerto dalle potenzialità economiche dei coniugi. Era il 1980 quando l’ex premier conobbe Veronica, al Teatro Manzoni di Milano, attrice di cinema, teatro e tv. All’epoca  Silvio Berlusconi era sposato con Carla Dall’Oglio da cui aveva  ha avuto due figli, ma fu subito colpo di fulmine e 5 anni dopo arriva il divorzio e ufficializza la sua relazione con Veronica che sposò definitivamente con rito civile nel 1990.

Dalla loro relazione nacquero tre figli Barbara Eleonora e Luigi. Silvio Berlusconi e Veronica Lario divorziarono nel 2014 quando il Tribunale di Monza con sentenza parziale aveva dichiarato lo scioglimento del matrimonio ma era rimasto aperto il capitolo economico su cui prendevano due procedimenti, ovvero una Monza e l’altro a Milano relativo alla separazione. I giudici hanno inoltre aggiunto che è nella loro valutazione e hanno tenuto conto anche delle dichiarazioni dei redditi presentate negli anni compresi tra il 2006 e il 2010 nelle quali emergeva il reddito medio annuo pari a 50 €3000000 di Silvio Berlusconi,  cifre che lo avevano etichettato come uno tra gli uomini più ricchi al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.