Rigopiano: Curcio, finora due vittime

0

Curcio ha poi espresso il parere relativo al numero delle vittime estratte dalle macerie, per le quali stanno circolando notizie contrastanti, con alcune fonti che hanno ufficializzato numeri diversi: “I numeri li dà la prefettura, che qui ha parlato di due vittime e quindi io mi attengo a questo numero”.

Il dipartimento continua “con i costanti contatti con le sale operative regionali e con tutte le istituzioni, ovviamente teniamo informato il governo delle attività in corso”, ma sul campo “c’è la difficoltà di operare, lasciatemi sottolineare la difficoltà degli operatori che stanno affrontando anche situazioni difficili o al limite del proibitivo”, ha sottolineato Curcio. “Ho visto che ogni tanto si mettono in giro delle voci, faccio appello al senso civico”.

“È una situazione abbastanza complicata”.

Curcio ha sottolineato che “al momento è l’Abruzzo la regione maggiormente colpita”, ma tutto il centro Italia è interessato da nevicate e temperature molto basse. Per la parte meteo, infatti, si cerca di dire ai cittadini di rimanere nelle proprie abitazioni, se sicure, mentre per la parte sisma i cittadini devono essere portati fuori. Mettere insieme questi due elementi è estremamente complicato, e chi non ha compreso questo non fa un buon servizio né al Paese né alle persone che stanno lavorando e che hanno lavorato nelle scorse ore, negli scorsi giorni e negli scorsi mesi. “Il sistema della protezione civile rappresenta il Paese, e credo che il Paese vada rispettato”.

Rispondi o Commenta