Rimini shock: lupo ucciso e appeso alla fermata dell’autobus

Orrore in provincia di Rimini dove nella giornata di ieri la carcassa di un lupo grigio italiano è stata appesa con le zampe posteriori alla pensilina di una fermata dell’autobus e ritrovata intorno alle ore 6:45. Si è svegliata così Coriano, nel Riminese ieri mattina intorno alle ore 6:45 quando come già detto, è stata ritrovata la carcassa di un lupo grigio italiano appesa con le zampe posteriori alla pensilina della fermata dell’autobus della frazione di Ospedaletto in via Montescudo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Riccione per effettuare le indagini, e sin da subito hanno visionato le immagini di telecamere nella zona per poter riuscire a risalire ai responsabili. A scoprire la carcassa dell’animale un gruppo di ragazzi arrivati alla fermata dell’autobus per poter andare a scuola. L’animale è stato ritrovato appeso per le gambe e senza vita ma ancora sanguinante con una ferita sul collo provocata molto probabilmente dall’esplosione di un colpo di arma da fuoco di grosso calibro.

La carcassa è stata posta sotto sequestro ed è stata affidata agli esperti dell’Istituto Zooprofilattico che dovranno accertare le cause del decesso. Nello specifico a togliere la carcassa sono stati i carabinieri di Coriano e quelli del gruppo Carabinieri forestale di Rimini e come già detto è stato portato presso il servizio veterinario dove sono stati effettuati i primi accertamenti che hanno messo in evidenza il fatto che l’animale presentava il cranio fracassato con numerosi fori nella testa che potrebbero essere i segni di una uccisione provocata con colpi di Badile o forcone su un animale in qualche modo caduto in trappola e poi ucciso. Dunque, nonostante in un primo momento si fosse parlato di una ferita da arma da fuoco di grosso calibro, i veterinari in un secondo momento hanno appurato che non ci sarebbero evidenti segni di perforazione da proiettili ma ovviamente bisognerà attendere le successive analisi che potranno dare ulteriori conferme o smentite.

Al fine di risalire ai responsabili è stato anche lanciato un appello affinché Chi sapesse qualcosa potrà riferire qualche particolare alle forze dell’ordine. Intanto sempre nella giornata di ieri è stata diffusa la fotografia del lupo attaccato alla pensilina della fermata dell’autobus ed a diffonderle è stata la pagina fan su Facebook di “basta delfinari” che ha evidenziato purtroppo come le violenze sugli animali sono ormai all’ordine del giorno.

“Ultimamente, a Coriano, si sono verificati episodi inquietanti. Già ad Halloween, ignoti, sono entrati a rubare nei pollai le uova e, successivamente, le hanno utilizzate per imbrattare le case mentre, a finire nel mirino dei vandali, è stata una fermata dell’autobus completamente distrutta. Condanniamo fermamente questi atti e, con le forze dell’ordine, stiamo lavorando pe identificare gli autori di questi ignobili gesti. Allo stesso tempo, invitiamo chi ha visto qualcosa a segnalarlo immediatamente alle autorità”, ha commentato il sindaco, Domenica Spinelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.