Genova shock, incendio a S. Ilario, situazione complicata: A12 chiusa tra Recco e Nervi

0

E’ avvenuto sopra Nervi, in via della Fassa. “La situazione è molto grave”, confermano i Vigili del fuoco, da ore sul posto insieme con decine di volontari della Protezione Civile per tentare di contenere il fronte, che nella sua avanzata si avvicina pericolosamente alle case rendendo sempre più probabile l’ipotesi evacuazione, soprattutto in via Lanfranco, in zona Apparizione. Tredici persone sono state sfollate e allontanate dalle proprie abitazioni per precauzione a causa della resistenza delle fiamme ai tentativi di spegnimento dei Vigili del Fuoco. Il fronte dell’incendio è lungo almeno 500 metri.

Il tratto dell’autostrada A12 tra Recco e Nervi è stato chiuso fra fine mattinata e inizio pomeriggio solo in direzione di Genova, poi (dalle 17.30 circa) in entrambe le direzioni, perché il fumo è tornato a invadere le corsie. Le fiamme potrebbero avere origine dolosa ma ad espenderle ci ha pensato la forte siccità che sta colpendo la zona a causa dell’insistenza stressante dell’anticiclone delle Azzorre. Il Comando di La Spezia ha inviato una squadra di 5 unità, Alessandria una sezione operativa di 9, stessi uomini in arrivo da Reggio Emilia e Torino.

Con il vento meno forte e con la luce, questa mattina avevano combattuto con le fiamme anche un elicottero e un Canadair. Nel mese di gennaio sono già andati in fiamme in Liguria oltre 50 ettari di bosco. –

Un incendio è scoppiato in mattinata sulle alture di Nervi, alle pendici del monte Fasce, causando ripercussioni anche sull’autostrada A12 all’altezza dell’area di servizio di Sant’Ilario. Il rogo è divampato intorno alle 10, e alle 14.30 il fronte era di circa 500 metri, con 20 volontari impegnati sul posto, e l’elicottero è stato costretto a lasciare la zona a causa del forte vento. La situazione si è ulteriormente aggravata a causa del vento, e poco prima delle 16 il tratto autostradale è stato chiuso in entrambi i sensi di marcia. La maggiore preoccupazione adesso è rivolta alle abitazioni della zona, cui il fronte si sta pericolosamente avvicinando.

Il fumo è stato segnalato proprio da alcuni automobilisti che stavano percorrendo l’autostrada in direzione del capoluogo ligure, e che l’hanno notato uscendo dalla galleria del monte Giugo. Diverse segnalazioni sono arrivate anche dai residenti della zona, preoccupati per la vicinanza delle fiamme ad alcune case, e alcune testimonianze riferiscono di «aria irrespirabile» nella zona di via del Commercio.

Sul posto è già intervenuta una squadra dei Vigili del fuoco per contenere il fronte, ma vista la zona impervia e le forte raffiche di vento è stato richiesto anche l’intervento del Canadair da Roma Ciampino: intorno a mezzogiorno sul tratto autostradale tra i caselli di Recco e Nervi si è formata una lunga coda dovuta alla messa in sicurezza della scarpata all’altezza del km 14, e Autostrade per l’Italia consiglia a chi è diretto verso il capoluogo ligure di uscire a Recco e percorrere l’Aurelia rientrando eventualmente a Nervi.

Negli ultimi due giorni Vigili del fuoco e volontari della Protezione Civile sono entrati in azione più volte per diversi roghi divampati nel levante genovese: l’ultima ieri, a Camogli, per un incendio scoppiato sotto la chiesa di San Rocco.

Rispondi o Commenta