Roma, paura a Battistini: rogo in un autodemolitore, nube tossica e tre palazzi evacuati

0

Ancora un rogo devastante nel nostro Paese è nello specifico a Roma dove i cittadini residenti dell’area di via Mattia Battistini sono andati completamente nel panico nel pomeriggio di ieri per una nube nera che si è sollevata a causa di un incendio divampato in un deposito auto. Secondo quanto emerso, sembra che l’incendio sia divampato intorno alle ore 17:00 all’interno dell’ autodemolitore Petrini, un esercizio che opera da oltre 50 anni all’angolo tra via Mattia Battistini e via Lucio II. Sul posto si sono riversate immediatamente due squadre dei vigili del fuoco con due autobotti, oltre a diverse volanti di carabinieri e polizia; i vigili del fuoco hanno tentato di domare le fiamme, mentre le forze dell’ordine hanno provveduto a evacuare tre palazzi, per un totale di 43 appartamenti.

Fortunatamente non risultano esserci feriti ma solo tanta paura tra i residenti della zona che intorno alle ore 17:00 hanno cominciato a vedere alzarsi in aria del fumo nero; intorno alle ore 18:15, sono poi giunti sul posto alcuni volontari della Protezione Civile ed anche un carro schiuma dei vigili del fuoco ed inevitabilmente il traffico di tutta la zona è andato in tilt e con tre blocchi uno in via Pineta Sacchetti e via di Forte Braschi e dalla parte della metro tutta la via Battistini. Finalmente dopo diverse ore di duro lavoro, le fiamme pare siano state domate intorno alle ore 20:00 ma il caos per le strade pare sia continuato a lungo per tutta la serata.

Secondo quanto emerso da una prima ricostruzione sembra che una colonna di fumo si sia sollevata su tutta la zona ovest della capitale, ma le fiamme sarebbero inizialmente scoppiata da un’auto depositata all’interno del centro di demolizione e poi si sarebbero rapidamente propagate; il calore avrebbe provocato l’esplosione di vetri e pezzi di altre autovetture, causando una serie di esplosioni in quanto le vetture coinvolte nell’incendio risultano essere ben 50. Hanno preso fuoco anche le piante di un attico in via Sisto IV: e le fiamme si sono rapidamente diffuse nell’appartamento. Nel corso delle ore si sono anche avvertite esplosioni provenienti dai serbatoi dei veicoli; i vigili del fuoco hanno riferito che purtroppo la struttura è andata completamente distrutta nel rogo, ma fortunatamente l’incendio è stato circoscritto.

I residenti del quartiere dopo aver acquistato la nube nera si sono barricati in casa chiudendo le finestre per non respirare l’aria e come abbiamo già anticipato, tre sono stati i palazzi completamente evacuati.“Questo sfasciacarrozze in mezzo ai palazzi non doveva proprio più esistere” dice infatti Anna Maria, una residente evacuata. “Da dieci anni avrebbe dovuto chiudere ed è ancora lì: meno male che intorno sono appena stati potati gli alberi, altrimenti non so cosa sarebbe potuto accadere”.

Rispondi o Commenta