Ruba la bicicletta al ladro che gliel’aveva rubata

Le rubano la bici e allora a sua volta la ruba al ladro. La singolare vendetta è stata messa in atto da una ragazza, la 30enne Jenni Morton-Humphreys, che vittima del furto della sua bicicletta non si perde d’animo e comincia a cercarla giocando di astuzia.

Si è caricato in sella alla sua bicicletta un televisore, alcune borse, una valigia e qualche oggetto che ha trovato utile e poi si è allontanato, pedalando, fino a lasciarsi la piattaforma ecologica alle spalle. Mostrandole l’annuncio, ha permesso alla giovane di riconoscere il sellino, le ruote e i colori del suo mezzo. Di ritorno da un pranzo, dopo averla legata a un palo per mangiare qualcosa, ignoti le rubano Cube. Si è prima rivolta ad un gruppo Facebook, il Bristol Cycling, una comunità di ciclisti.

A dare l’allarme è stato l’addetto presente alla piattaforma ecologica lo scorso 13 luglio che ha fatto accorrere una pattuglia della polizia locale a cui ha fornito la descrizione del ladro. Grazie ad un complice, Chris – che è un nome falso – il gruppo si è impegnato a trovare la bici sugli annunci online. Il prezzo richiesto per la bici però era basso e allettante e la ragazza non ha saputo resistere e ha fissato l’appuntamento alle 9 di mattina all’angolo di Stapleton Road, presentandosi all’incontro con un amico ben due ore prima e rimanendo nascosta nell’attesa. Finalmente l’incontro: visualizza da vicino la sua bicicletta, è proprio la sua Cube.

La polizia aveva sconsigliato a Jenni l’appuntamento, la ragazza eveva diligentemente avvertito la polizia di avere ritrovato la sua bici con l’aiuto della comunità di ciclisti e aveva anche manifestato l’intento di tornarne in possesso sottoponendo il ladro all’onta di una imboscata.

Il ladro indignato ha avuto la faccia tosta anche di lamentarsi sul social di quanto subito da Jenni: “Aveva detto che sarebbe tornata indietro e non è tornata!“.

Nel frattempo la polizia ha contattato Rocksteady, ma lui ha spiegato di essere completamente estraneo ai fatti e di aver comprato la bici al pub la sera prima. ” e a quel punto è stato smascherato davanti a tutti gli utenti”. In modo così da poter essere sicura che si trattasse della sua bicicletta e da poter guardare il presunto ladro, che nella chat si faceva chiamare Rocksteady. “Impara la lezione. Se hai bisogno di soldi facili, mai rubare dalla comunità dei ciclisti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.