Sal – Vaccini, Codacons su sentenza Corte d’Appello di Milano

0

Encefalopatia (che causa crisi epilettiche) dopo la vaccinazione: ministero della Salute condannato a risarcire genitori di una bambina.

Fu vaccinata nel 1975, all’età di sei mesi, con il tetravalente.

Una nuova sentenza che riconosce il nesso tra vaccini, in questo caso quello quadrivalente, e una grave patologia, un’encefalopatia che causa crisi epilettiche, è diventata definitiva dopo la conferma dello scorso novembre della Corte d’Appello civile di Milano della decisione con cui il Tribunale di Vigevano aveva condannato il Ministero della Salute a versare l’indennizzo a una donna, ora 42enne, che a 6 mesi era stata vaccinata. “Il Ctu – si legge nella sentenza riportata nella nota – ha accertato che, fino alla somministrazione del vaccino, la piccola presentava uno sviluppo assolutamente normale e non aveva sofferto di alcun disturbo”. La sentenza è passata in giudicato dato che non è stata impugnata entro i termini.

Solo nel 2009, quando apparve chiara la relazione tra vaccino e malattia, il padre di quella che era ormai una donna chiese alla Asl che alla figlia fosse assegnato un indennizzo.

L’avvocato Romeo ha fatto sapere che il Ministero della Salute è stato condannato a versare l’indennizzo previsto dalla legge: dal marzo 2009 fino ad oggi 863 euro mensili e dal luglio 1976 al febbraio del 2009 il 30% di tale importo. “La sentenza è passata in giudicato perche’ nessuno l’ha impugnata entro i termini che sono scaduti lo scorso 10 maggio e dalla cartella telematica non compare l’invio del fascicolo in Cassazione”. Si tratta di una sentenza che si aggiunge ad altre che in passato hanno comunque stabilito un nesso tra gravi disabilità e vaccinazioni: i favorevoli ai vaccini fanno comunque rientrare questi casi negli effetti collaterali inevitabili nelle vaccinazioni di massa. “Ancor di più se si considerano i numeri che emergono dalla ‘Banca Dati Europea delle Segnalazioni di Sospette Reazioni Avverse ai Farmaci’, entrata in funzione nel 2012 e liberamente accessibile all’indirizzo http://www.adrreports.eu/it/index.html, secondo cui per il vaccino ‘Infanrix Hexa’ (l’esavalente, ndr) ci sarebbero 8.409 segnalazioni di sospette reazioni avverse”.

Gli accertamenti conclusero che la bambina era affetta da una forma di epilessia che nel 60% dei casi, ha sottolineato il perito, deriva proprio da encefalopatia che, come riportato già allora nella letteratura medica, può essere tra le “reazioni avverse” di quel vaccino. I primi disturbi del comportamento e della motilità si manifestano appena qualche giorno dopo la somministrazione della II dose di vaccino e sono subito seguiti da episodi compulsivi.

Rispondi o Commenta