Sassari, trovata senza vita Angela Ortu la donna scomparsa il 25 febbraio: ipotesi suicidio, disposta autopsia

Dopo giorni di appelli e ricerche quest’ultime purtroppo si sono concluse nel peggiore dei modi, perché la donna è stata ritrovata senza vita nella giornata di ieri. Si tratta di Angela Ortu, ovvero la donna di appena 46 anni di Sassari, scomparsa sabato scorso a Li Punti, una frazione di Sassari ed il cui corpo privo di vita è stato ritrovato nel pomeriggio di ieri, mercoledì 1° marzo 2017, in un terreno sito in via Viziliu, non molto distante dal centro abitato. Angela Ortu era sposata e madre di due figli, pare sia scomparsa come già anticipato nel pomeriggio di sabato, forse in seguito ad una lite avuto con la figlia, e secondo alcune testimonianze la donna pare essere stata vista per le vie del centro cittadino in evidente stato confusionale.Al momento non si hanno ancora certezze sulle cause del decesso della donna, anche se potrebbe essere stato provocato da un cocktail di farmaci, visto che vicino al suo corpo sono state ritrovate anche alcune scatole di medicinali contro l’epilessia ed una bottiglietta di acqua e dunque sembra essere molto probabile che la donna abbia deciso volontariamente di ingerire questi farmaci e poi si sia lasciata morire.

Dopo la sua scomparsa i familiari hanno subito lanciato l’appello, attraverso ogni mezzo possibile, e dunque anche attraverso i social network, chiedendo aiuto a quante più persone possibili, al fine di aiutarli nelle ricerche di Angela Ortu. Sono stati gli amici, i parenti ed anche tanti volontari i quali per diversi giorni hanno deciso di apportare il loro aiuto, portando avanti le ricerche; sono nella giornata di lunedì era scattato il piano della Prefettura per la ricerca degli scomparsi.

Preoccupata anche la figlia di Angela Ortu, con la quale si dice avesse avuto una lite prima della sua scomparsa; la stessa attraverso il proprio profilo Facebook, aveva comunicato la scomparsa della madre fornendo anche una sua descrizione e chiedendo aiuto per le ricerche. Ecco l’appello lanciato dalla figlia di Angela: “Mia madre ha 46 anni, è alta 1 metro e 60, ha i capelli tendenti al violaceo scuro, occhi castani e un neo sopra il labbro superiore. Al momento della scomparsa indossava un pellicciotto nero con cappuccio, una tuta da ginnastica viola di ciniglia e un paio di scarpe nere Adidas. Aiutateci nella ricerca”.

 A ritrovare il cadavere sono stati nel primo pomeriggio i vigili del fuoco; sul posto subito dopo sono intervenuti gli agenti della squadra mobile ed il 118. Al momento l’ipotesi maggiormente accreditata è quella del suicidio, visto che oltre ad aver ritrovato le scatole di medicinali vicino al cadavere, non sembra siano stati ritrovati segni o ferite sul corpo. Il magistrato di turno della Procura di Sassari ovvero Cristina Carunchio, ha disposto l’autopsia sul corpo della donna che verrà effettuata nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.