Scuola, sospesi 33 insegnanti per falsi diplomi

La procura della Repubblica di Cosenza, dopo una difficile attività investigativa condotta dai carabinieri  in conclusione delle indagini preliminari nei confronti di ben 33 persone accusate di falsità ideologica e di materiale commessa dal privato in atto pubblico. Le indagini hanno avuto inizio nel 2016, quest’ultime hanno acconsentito di far maggior chiarezza di un sistema assai diffuso all’interno del territorio nazionale, tale sistema ha permesso che i diplomi rilasciati fossero falsi. In quanto alcuni diplomi di specializzazione risultano essere stati rilasciati quando l’istituto in cui sarebbero stati conseguiti fosse già chiuso.

I certificati con falsa valibilità comparivano come rilasciati da istituti magistrali paritari e statali o addirittura da scuole di specializzazione per l’insegnamento, specializzate proprio per aiutare portatori di handicap, concessi dall’Istituto nazionale scuole corsi professionali di Cosenza. Il procuratore spagnolo, in una nota, evidenzia che i risultati delle indagini, hanno portato allo scoperto una situazione di gravità, visto che fino ad oggi gli indagati hanno svolto attività di insegnamento senza aver conseguito un titolo utile, quindi senza aver fatto una formazione adeguata, e di conseguenza non avendo dei requisiti idonei. C’è da aggiungere inoltre che le indagini continueranno in tutto il resto dell’Italia.

È molto grave il fatto in quanto, alcuni docenti hanno superato concorso pubblico e insegnavano regolarmente in diverse scuole, ma a quel posto sono giunti tramite un falso diploma, ad oggi sono 33 gli insegnanti indagati dalla procura. Questi documenti, i diplomi, sono stati usati dai docenti per l’inserimento delle graduatorie ad esaurimento, per far si che sia stata possibile l’assunzione, come insegnanti nelle scuole primarie e addirittura in quelle dell’infanzia. Al momento sono stati sequestrati 13 falsi diplomi di istituti magistrali e 22 riguardanti specializzazione per l’insegnamento di maestri di sostegno. Si tratta di una situazione piuttosto grave, se si pensa che nelle scuole italiane, ci siano insegnati dai falsi titoli, a conseguire l’insegnamento ad alunni di scuole elementari e materne. E’ da considerarsi un vero e proprio scandalo per l?italia, docenti senza titoli idonei a sostegni anche di bambini portatori di Handicap. Una vera vergogna per il nostro Paese, dirigenti scolastici assunti sulla base di titoli risultati alla fine come falsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.