Sedicenne si decapita con la motosega, muore dissanguato

Una vera tragedia quella avvenuta a Francavilla Marittima nel Cosentino nella giornata di lunedì, dove un giovane di 16 anni è morto in maniera orribile e assurda. La vittima si chiamava Antonello Santagada, il quale pare sia morto dopo essersi Reciso accidentalmente la carotide con una motosega mentre stava tagliando la legna nel magazzino situato proprio vicino all’abitazione dove viveva con i suoi familiari. Secondo quanto riferito, sembra che la tragedia sia avvenuta nella giornata di lunedì 9 ottobre intorno alle ore 19:00 e quando probabilmente a causa di una distrazione l’utensile, molto pericoloso sarebbe sfuggito di mano al giovane sedicenne colpendolo mortalmente al collo.Sembra sia stato assodato che il giovane è morto dissanguato, ancor prima che i sanitari del 118 si recassero e presso il luogo della tragedia. Si sarebbe trattato di una tragica disattenzione, oppure di una Fatalità, ma ad ogni modo il giovane francavillese è morto in maniera orribile e assurda tanto da lasciare senza parole gli amici e parenti ed anche molti concittadini, visto che il sedicenne era molto conosciuto ed apprezzato in tutto il paese e soprattutto nell’ambito scolastico.

Tutti lo descrivono come un ragazzo molto ben educato e molto legato alla famiglia e ai valori. La notizia della incredibile morte del giovane e si è diffusa in pochi minuti nel paese e anche sul web suscitando sgomento e cordoglio oltre che per i suoi familiari, anche per i compagni di classe e d’istituto che si sono informati a vicenda, condividendo momenti di disperazione per la perdita improvvisa e assurda del loro compagno di classe.

In effetti la notizia della morte di Antonello, alunno dell’Istituto Tecnico Commerciale e per geometri Filangieri di Trebisacce, si è sparsa subito in paese e tra i primi ad arrivare sul luogo della tragedia sono stati proprio alcuni compagni di classe e alcuni amici molto intimi del sedicenne e il sindaco di Francavilla Marittima Dottor Franco Bettarini, il quale nonostante la sua professione di medico si è detto particolarmente sconvolto per la scena che si è ritrovato davanti ai suoi occhi.

“Purtroppo quando sono arrivato non c’era già più niente da fare. Il ragazzo era deceduto. Ha avuto la forza di andare verso la madre, da una stanza all’altra, ma poi è crollato a terra e il decesso è sopraggiunto in brevissimo tempo”, afferma Franco Bettarini, sindaco di Francavilla, di guardia medica proprio al momento della tragedia. Sul luogo della tragedia sono anche intervenuti i sanitari del 118 di Trebisacce, i Carabinieri di Francavilla Marittima agli ordini del Maresciallo Leonardo De Leo i quali coordinati dalla compagnia di Castrovillari guidata dal neo comandante CAP hanno effettuato i rilievi e avviato le indagini.Intanto già dalla tarda serata di lunedì, il magistrato di turno presso il Tribunale di Castrovillari aveva disposto la consegna della salma ai genitori del giovane. I funerali molto probabilmente si svolgeranno nella giornata di oggi nella Chiesa Madre dell’Annunziata di Francavilla paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.