Senegalese dà di matto: nella mega rissa feriti un militare e un carabiniere

0

Prima le grida e gli insulti contro un militare dell’esercito in servizio nei pressi della Stazione Centrale di Milano. Poi, quando il soggetto – un senegalese di 27 anni – viene fermato e arrestato di carabinieri, scoppia il caos. Con decine di immigrati, di quelli che abitualmente stazionano nei pressi del principale scalo ferroviario milanese, che prendono letteralmente d’assalto le forze dell’ordine.

accaduto poco prima delle 15 in piazzale Duca d’Aosta, a Milano. Il nome del ragazzo senegalese, peraltro titolare di un permesso di soggiorno rilasciato per motivi umanitari, era segnalato all’interno della banca dati per violazione della legge sugli stupefacenti. In ogni caso, si è avvicinato a un militare dell’esercito impegnato nell’operazione “Strade Sicure”, inveendo contro i soldati. Alla richiesta di smettere e di Rissa in Stazione Centrale a Milano
fornire i suoi documenti, ha risposto avvicinandosi al soldato e toccando il fucile di ordinanza.
A quel punto sono intervenuti i carabinieri.

Il senegalese ha tentato di fuggire, ma è stato bloccato subito dopo dagli uomini dell’Arma. L’episodio ha immediatamente richiamato l’attenzione di almeno un centinaio di curiosi, molti dei quali immigrati extracomunitari. Alcuni di questi hanno cominciato a loro volta a gridare contro i militari, accompagnando gli insulti con il lancio di oggetti, tra cui bottigliette di plastica piene e anche una di vetro che ha colpito un’autoradio dei carabinieri. Nelle fasi concitate dell’arresto – i reati ipotizzati sono resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale – un carabiniere e un militare dell’esercito sono rimasti contusi.

Rispondi o Commenta