Sfregiata con l’acido, Gessica da Costanzo a volto scoperto: “Così mi ha ridotta

Ha deciso di far vedere a tutti i segni, della pazzia dell’uomo che diceva di amarla. Jessica Notaro, la Miss Romagna rovinata con l’acido dall’ex fidanzato Edson Tavares, a soli tre mesi dall’accaduto che le ha mutato la vita per sempre, si è voluto esporre in tivù per mostrare il suo volto. Durante il programma ragazza Ha raccontato la sua drammatica vicenda. Nello specifico ha detto che dopo aver denunciato il suo ex, il magistrato ne chiese il fermo, malgrado l’istanza non fu raccolta dal gip di Rimini il quale trasformò il fermo in un divieto di avvicinamento alla donna. Palesemente però tale provvedimento non servì a nulla, visto che, Tavares l’aspettò sotto casa aggredendola con una bottiglia d’acido.

Nel corso della trasmissione di Maurizio Costanzo, presentatore si è rivolta al ministro della giustizia Andrea Orlando affinché apra un’indagine per far chiarezza sulla vicenda. Subito il ministro intervenendo telefonicamente spiegò di non esser abituato nel gestire tali vicende, e che comunque riceverà privatamente Jessica il prossimo 27 aprile.

La 27enne di Rimini aggredita e deturpata con l’acido dal suo ex fidanzato capoverdiano, Jorge Edson Tavares, per la prima volta ha mostrato in pubblico il suo viso: le cicatrici, l’occhio sinistro ancora bendato (è in prognosi riservata).

Gessica aveva già scoperto il volto davanti al giudice all’udienza a porte chiuse a Rimini nel processo per stalking per il quale Tavares è stato rinviato a giudizio. “Non mi interessa incontrarlo, lui ora è niente per me. Ma sarò in aula perché voglio che mi veda, deve sapere quello che ha fatto. Allora mi sentirò a posto”, aveva detto annunciando la sua presenza in tribunale. Ora ha voluto far vedere a tutti, in tv, la sua condizione: i segni di una tremenda violenza, quella di chi vuole cancellare l’identità di una donna. Il motivo Gessica lo ha sempre detto: “Voglio che si veda cosa mi ha fatto: questo non è amore”. Una vicenda che ricorda quella dell’avvocatessa di Urbino, Lucia Annibali, sfregiata da due uomini su mandato del suo ex e divenuta icona di coraggio per le donne che hanno subito violenze (“Il giorno dell’agguato mi sono ritrovata di fronte alla morte ma ho scelto la vita, e l’ho scelta per sempre”).

La puntata andrà in onda giovedì 20, in seconda serata, su Canale 5. Nel salotto di Costanzo, dove Gessica ha accettato di raccontarsi stavolta in tv, la giovane, ex miss Romagna 2007, addestratrice di leoni marini al delfinario di Rimini e cantante agli esordi, ha lamentato tra l’altro il fatto che, dopo la prima denuncia nel confronti dell’ex, che mai aveva accettato la rottura della loro relazione, la procura chiese l’arresto per il capoverdiano, ma il gip di Rimini lo negò disponendo il divieto di avvicinamento alla ragazza. Qualche mese dopo, a gennaio, Tavares la aggredì sotto casa con l’acido. Lui ora è in carcere a Forlì. Si è sempre professato innocente, ma l’alibi è giudicato inattendibile dagli inquirenti e Gessica lo ha riconosciuto. A chiusura delle indagini, sarà un nuovo processo – per ora è in corso quello per le accuse di stalking – a determinare la verità dei fatti e a dare risposte alla domanda di giustizia di Gessica: “Le donne quando denunciano vanno protette”.

Costanzo – spiegano dalla redazione del programma – ha invocato un intervento del ministro della giustizia Andrea Orlando per aprire un’inchiesta sulla vicenda: il ministro, intervenuto al telefono, ha spiegato di non

poter entrare nel merito, dando però appuntamento a Gessica per giovedì prossimo. “E’ la prima volta in 30 anni di Costanzo show – ha commentato il conduttore ringraziando Orlando – che un ministro trova una soluzione così immediata”.

Intanto per affrontare i costi delle cure Gessica ha aperto un conto corrente a lei intestato. Un appello per chi volesse aiutarla (IBAN IT94U0628524227CC0648113567 (causale: “per le tue cure”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.