Shock nelle campagne di Chivasso, due pastori romeni trovati morti: indagini in corso

Un vero e proprio mistero avvolge nelle ultime ore la morte di due uomini i cui corpi privi di vita sono stati ritrovati, per essere più precisi, nel pomeriggio di ieri martedì 24 ottobre 2017 nelle campagne di Poasso, frazione Castelrosso di Chivasso. Secondo le prime notizie sulla vicenda era emerso che a trovare i due cadaveri fosse stato un passante che nel pomeriggio di ieri si era trovato a passare da un campo di granoturco presente proprio nella frazione sopra indicata ma ecco che in realtà, nelle ore successive, è emerso che colui il quale ha effettuato la tragica scoperta non era un passante qualsiasi ma proprio l’uomo che aveva offerto lavoro alle due vittime ovvero due pastori di nazionalità romena i quali, secondo quella che è una prima ricostruzione dei fatti, sarebbero stati prima inseguiti e poi uccisi a bastonate ed il tutto sembrerebbe essere avvenuto, sempre secondo quella che è una prima ricostruzione dei fatti, proprio alle prime luci dell’alba di ieri.

Per essere più precisi ecco che i corpi trovati privi di vita sembrerebbero appartenere al trentottenne Cornel Calinciuc e al ventottenne Olauru Doru i quali sembrerebbero essere arrivati alle porte di Chivasso da pochissimo tempo, ed esattamente lo scorso fine settimana. I due uomini avevano trovato lavoro come pastori e proprio un allevatore di Venaria aveva affidato loro quasi mille pecore, e quando è avvenuto l’agguato si trovavano all’interno di una roulotte di fortuna utilizzata nei mesi scorsi proprio per spostarsi da un posto all’altro.

All’improvviso però i due uomini in questione sembrerebbero essere stati affrontati da altri uomini, probabilmente due, e quella che inizialmente era una semplice lite si è poco dopo trasformata in una vera e propria tragedia. Sempre secondo quella che è una prima ricostruzione dei fatti effettuata dalle forze dell’ordine sembra proprio che la roulotte dei due pastori sia stata data alle fiamme e successivamente proprio quest’ultimi sembrerebbero aver fatto davvero tutto il possibile per mettersi in salvo. I due pastori, nel tentativo di salvare la propria vita, sembrerebbero aver tentato di prendere strade opposte ma purtroppo a nulla è servito tutto ciò in quanto sono stati immediatamente raggiunti dai loro assassini e uccisi. 

Sul cranio dei due pastori sono state infatti trovate numerose ferite causate proprio da un corpo contundente e nello specifico o un bastone oppure ancora una mazza ma è importante chiarire che almeno al momento l’arma del delitto non è stata ancora trovata ed inoltre al momento gli inquirenti non sembrerebbero escludere alcuna pista. Saranno soltanto i risultati delle indagini condotte dal reparto investigativo dell’Arma e coordinate dal pubblico ministero Giuseppe Drammis della procura di Ivrea che potranno far luce sulla questione e svelare quindi chi abbia ucciso i due giovanissimi pastori romeni e soprattutto per quale motivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.