Siccità, è emergenza nella capitale: acqua razionata in cento quartieri dal 1 settembre

Quella della siccità è davvero un problema che sta preoccupando gli italiani, ma soprattutto i Romani perché l’emergenza nella capitale non sembra essere finita. A preoccupare sono le ultime notizie secondo le quali dai primi di settembre, Acea ridurrà di notte la pressione dell’acqua che arriva nelle case dei Romani e non solo, i quali al rientro dalle vacanze potrebbero avere dei disagi non indifferenti.

“Potrà mancare l’acqua ai piani alti degli edifici e nelle zone idraulicamente più sfavorite, per le quali potrebbe non essere escluso lo svuotamento delle condotte con il conseguente intorbidimento dell’acqua al momento del ripristino del servizio”, è questo quanto si legge in una nota diffusa dall’azienda.

Secondo quanto riferito pare che la riduzione della pressione dell’acqua riguarderà anche il Comune di Fiumicino e nello specifico ad essere interessati da questa misura di contenimento saranno centinaia di quartieri e nello specifico a Roma le zone interessate sono quelle di Trieste, Villa Ada, Parioli, salario, Villa Borghese, Nomentano, XX Settembre, Università, Esquilino, San Lorenzo, Celio, Tuscolano Nord, Casilino, Tor Pignattara, Aventino, Zona Archeologica, Appio, Quadraro, Latino, Ostiense, Tuscolano Sud, Centro Direzionale Centocelle, Torre Spaccata, Torre Maura, Torre Angela, Tor Fiscale, Don Bosco, Appio Claudio, Osteria del Curato, Giardinetti, Pignatelli, Quarto Miglio, Spinaceto, Castel Fusano, Infernetto, Palocco, Ostia Antica, Acilia Sud, Acilia Nord, Trionfale, Navigatori, Garbatella, Valco San Paolo, Tormarancia Foro Italico, Eroi, Prati ,Villaggio Olimpico, Flaminio, Della Vittoria, La Storta, Castelluccia, Ottavia, Tomba di Nerone, Tor San Giovanni, Bufalotta, Serpentara, Casal Boccone, S. Maria della Pietà, Acquatraversa, Val Melaina, Tufello, Montesacro, Montesacro Alto, Talenti, Conca d’Oro, San Basilio, Casal de’ Pazzi, Sacco Pastore, Eur, Tre Fontane, Villaggio Giuliano, Giustiniana Gianicolense, Aurelio Sud, Villa Pamphili, Centro Giano, Ponte Galeria ,Centro Storico, Pietralata, Casal Bruciato, Tor Sapienza, La Rustica ,Tiburtino Sud, Ostia Nord, Ostia Sud e tutto il litorale di Ostia, Ciampino, Borghesiana, Morena.

A Fiumicino invece le zone interessate saranno quelle del centro e dell’aeroporto, isola sacra, Fregene, Focene, Maccarese, Palidoro, Passoscuro. Acea ha fatto sapere che l’acqua potrà mancare ai piani alti degli edifici e nelle zone idraulica. Si comunica che anche le abitazioni munite di impianti interni di distribuzione idropotabile realizzati attraverso una colonna montante unica e serbatoio di accumulo posto all’ultimo piano del fabbricato, sprovvisto di impianto di sollevamento autonomo potranno essere interessate da rilevanti mancanza di acqua, visto che sarà praticamente impossibile alimentare il serbatoio.

Sulla questione è anche intervenuta la ministra della Salute Beatrice Lorenzin la quale ha fatto sapere di voler capire se l’azienda abbia verificato l’importo della riduzione dell’acqua sulle strutture sanitarie ricettive e di ristorazione, nonché sugli uffici pubblici e sulle strutture dove vengono alloggiati gli animali. Nelle scorse ore la Regione Lazio attraverso il presidente Nicola Zingaretti ha fatto sapere che si è pronti a stanziare delle risorse per imprese di Bracciano che hanno subito particolari danni causati dalla siccità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.