Stangata sui conti correnti, dal 1°ottobre aumentano i costi di gestione

In arrivo l’ennesima stangata d’autunno per gli italiani e questa volta riguarderà i conti correnti bancari. Dal primo ottobre Infatti, molti istituti di credito apporteranno delle modifiche alle condizioni contrattuali e relative soprattutto alla “voce spese tenuta conto”e pare che proprio nelle ultime settimane molti titoli di credito abbiano già inviato ai propri correntisti una comunicazione relativa ad un aumento dei costi.  Ma a quanto ammonterebbero questi aumenti? Secondo quanto riferito, pare si possa arrivare anche a un aumento di €4 per un operazione allo sportello, a €2 per l’invio dell’estratto conto e €35 per l’apertura di un conto online dalla filiale fisica. Dunque, come abbiamo potuto capire, le operazioni che saranno oggetto di aumento sono prelievo contante allo sportello, i movimenti allo sportello, i bonifici disposti in filiale, i costi per ogni utenza domiciliata in banca. Sono altresì previste delle variazioni anche per le banche attive online, visto che circa il 11% di queste apporteranno delle variazioni sui prelievi altra banca, prelievo Atm su propria banca, costo per ogni utenza domiciliata e prelievo in un altro paese dell’Unione.

Dunque, le variazioni dei costi riguarderanno ben il 12,5% delle banche e porteranno varie operazioni, come abbiamo visto, tra le quali i movimenti allo sportello, i bonifici disposti in filiale, il prelievo contante allo sportello e costi per ogni utenza domiciliata in banca.  Ma cosa si può fare per poter difendere da questi rincari?  La prima cosa da fare sarà sicuramente quella di recarsi presso uno sportello e cercare di ritrattare le condizioni di tenuta conto.

Ad ogni modo potrà essere utile andare in un’altra banca e proporsi come nuovo cliente, visto che almeno per il primo anno pare che le condizioni sono molto vantaggiose e il trasferimento del rapporto sarà a totale cura del nuovo istituto di credito. Purtroppo, non si tratta del primo rincaro visto che uno studio effettuato recentemente ha riscontrato degli aumenti di costi complessivi per i clienti fino a €36 soltanto negli ultimi 4 anni, aumenti che sono riferiti ai conti con operatività mista, ovvero sia online che in filiale.

Ma la vera novità è che questi aumenti riguarderanno anche i conti correnti online, Zero canone ovvero quelli che avevano garantito uscite più basse alle famiglie e che negli ultimi anni  gli istituti di credito hanno molto pubblicizzato. “Le variazioni dei costi riguarderanno il 12,5% delle banche e toccheranno il prelievo del contante allo sportello, movimenti allo sportello, bonifici disposti in filiale, costo per ogni utenza domiciliata in banca”, spiegano gli esperti dello Studio Cataldi. Inoltre sarebbero aumentati di circa il 6% i costi dei conti correnti dei pensionati con media operatività registrando Ben €133 per l’indicatore sintetico di costo annuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.