Stephen Hawking, lo scienziato lancia l’allarme: “Il mondo sta morendo, costruite una base sulla Luna”

Stephen Hawking, lo scienziato inglese, pensa alla salvezza dell’umanità e lo fa a suo modo ovvero lanciando un vero e proprio allarme. Lo scienziato non sembra essere nuovo a dichiarazioni forti e proprio qualche settimana fa, ha affermato la necessità di colonizzare altri pianeti entro un massimo di 100 anni ma questa volta la sua attenzione è rivolta perlopiù alla Luna.

Secondo quanto riferito dal noto studioso britannico, le nazioni leader globale dovrebbero cominciare di inviare astronauti sul nostro satellite prima del 2020 al fine di costruire una base lunare nel giro di 30 anni che possa consentire di inviare personale su Marte a partire dal 2025. Come già sappiamo, la conquista del pianeta rosso resta ad oggi una delle principali sfide che la razza umana è chiamata ad affrontare. Stephen Hawking, cosmologo, fisico, matematico e astrofisico britannico sembra aver, dunque, lanciato un vero e proprio allarme o meglio appello alle nazioni di tutto il mondo affinché uniscano le forze per realizzare in tempi rapidi un programma spaziale che porti l’essere umano oltre i confini del nostro pianeta.

Solo poche settimane fa la sua grande preoccupazione per il destino dell’umanità, è proprio a tal riguardo, come già detto aveva invitato i vari leader mondiali a magazzino in maniera condivisa costruendo una base sulla Luna, base fondamentale per le successive missioni nello spazio vicino; secondo quanto riferito dallo scienziato, la specie umana ha ancora un futuro da scrivere ma non su questo pianeta che ormai sembra essere pronto al collasso. La soluzione sarebbe quella, dunque, esplorare andando oltre i confini del mondo e proprio per questo lo scienziato si auspica che l’uomo possa riuscire in questo intento, costruendo una base spaziale sulla Luna nei prossimi 30 anni e una missione su Marte entro il 2025. Spero che le nazioni in competizione possano unirsi per un obiettivo comune.

La conquista dello spazio cambierà definitivamente il futuro del genere umano”. Intervenuto nel corso dello Starmus Festival di Trondheim, Norvegia, lo studioso ha sottolineato l’importanza di ulteriori viaggi spaziali.“Un programma nuovo e ambizioso potrebbe dare l’impulso ai giovani, stimolando l’interesse per altre discipline, comprese astrofisica e cosmologia”.

Lo scienziato ne ha anche approfittato per lanciare una frecciatina del Presidente americano: “Non sto negando quanto sia importante contrastare il cambiamento climatico e il riscaldamento globale, come fa Donald Trump, che potrebbe aver preso la decisione più dura e sbagliata che il mondo abbia mai visto”. Secondo quanto riferito dall’esperto, un viaggio spaziale del genere umano risulta essere davvero importante oltre che un elemento essenziale per il futuro della razza, considerati i problemi che affliggono il nostro pianeta, basti pensare alla scarsità di risorse naturali e al cambiamento climatico.
“Stiamo finendo lo spazio e gli unici spazi da occupare sono gli altri pianeti. E’ il momento per esplorare ulteriori sistemi solari”, ha aggiunto ancora il professor Hawking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.