Striscia la Notizia, Luca Abete preso a calci e pugni a Caserta per un servizio sul mercato di merci contraffatte

Picchiato e inseguito da “commercianti” extracomunitari. È successo domenica scorsa all’inviato di Striscia la notizia Luca Abete ha subito un’aggressione da un gruppo di commercianti abusivi, per lo più extracomunitari, del grande mercato di merce rubata e contraffatta di Caserta. Lo ha denunciato un comunicato della redazione del programma di Canale 5, che ha anche diffuso un video dell’aggressione.

L’inviato aveva fatto un primo reportage il 15 dicembre scorso, proprio sulla situazione critica dell’abusivismo a Caserta, nel suo centro storico e nelle zone vicine. Ma dopo un intervento delle forze dell’ordine, nei giorni immediatamente successivi, nulla è cambiato, come del resto dimostra anche il grave episodio di violenza avvenuto due giorni fa. Il servizio completo è stato mandato in onda ieri sera sul tg satirico di Canale 5.

«Voglio dire grazie alle persone che intervenendo ci hanno salvato la vita», ha scritto su Facebook lo stesso Luca Abete, spiegando l’incidente che lo ha visto protagonista. Gli aggressori, raggiunti l’inviato e la sua troupe, hanno prima distrutto una telecamera, colpito gli operatori e preso a calci il conduttore. Solo l’intervento delle forze dell’ordine e di alcuni passanti ha evitato che la vicenda prendesse una piega ancora peggiore, perchè la reazione furibonda degli extracomunitari stava per degenerare.

Del resto, abusivismo, racket dei parcheggiatori senza licenza e simili affliggono Caserta da anni, trasformando anche la piazza antistante la bellissima Reggia in una sorta di casbah del malaffare senza requie, fino a notte inoltrata. E solo qualche settimana fa il Comune aveva dichiarato che era partito lo stop agli abusivi e a chi non paga la tassa per gli stalli del mercato, e il conteggio di quelli non in regola era arrivato a crica 70.

Fratelli d’Italia esprime solidarietà e augura pronta guarigione ad Abete e alla sua troupe, «aggrediti a Caserta da un gruppo di extracomunitari armati di bastoni. Il motivo? Questi delinquenti non volevano farsi riprendere mentre vendevano illegalmente merce contraffatta. Ora ribadiamo come la pensa Fdl su questo tema: in Italia non fai come ti pare. Se ti accolgo a casa mia devi rispettare le mie leggi. Se commetti un reato e delinqui qui non sei più gradito e ti rimando a casa tua». È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.