Studentessa italiana trovata senza vita nel suo appartamento a Londra: ipotesi suicidio

E’ mistero intorno alla morte di una giovanissima italiana di soli 24 anni, trova senza vita nel suo appartamento a Londra. Al momento non si hanno notizie circa il movente e, dunque, tutte le ipotesi della polizia inglese sono aperte, compresa quella del suicidio. Ventiquattrenne di origine etiope, era figlia adottiva di un ortopedico e lavorava a Porto Viro in provincia di Rovigo e di un’insegnante di matematica del conservatorio di Adria; la giovane aveva frequentato il liceo Bocchi di Adria, ad indirizzo psico-pedagogico, ed un corso per infermiere a Rovigo, dunque, aveva svolto il tirocinio all’ospedale di Adria. Secondo quanto è emerso, sembra che la giovane vivesse ad Andria con i genitori adottivi ma pare stesse vivendo un momento piuttosto travagliato della sua vita dal punto di vista psicologico, e proprio per questo motivo due settimane fa, la sua famiglia era andata a trovarla nella capitale britannica.

Sarà, dunque, l’autopsia a chiarire le cause della morte della giovane studentessa di 24 anni, di nome Francesca Bisco. Non è al momento noto il movente, come già anticipato, e per questo motivo le autorità inglesi hanno deciso di sottoporre il cadavere all’esame autoptico per evincere le cause del decesso; non si esclude l’ipotesi di suicidio. A seguire la vicenda con particolare attenzione è il Consolato d’Italia a Londra che è in contatto con la famiglia della vittima per prestare assistenza. Francesca Bisco si era trasferita lo scorso anno nella capitale britannica per studiare inglese e informatica; aveva anche trovato lavoro e lavorava in una paninoteca per poter essere indipendente dal punto di vista economico. Aveva preso in affitto una casa, nel quartiere Dalston, a nord della capitale, dove viveva insieme ad altre studentesse.

Dunque, non si conosce il movente ma da alcune fonti vicine alla famiglia, filtra anche l’ipotesi di un gesto estremo, perché sembra che la giovane attraversasse un periodo di sofferenza psicologica, come già anticipato. A trovare il corpo senza vita della giovane Francesca, pare sia stata una delle coinquiline, la quale avrebbe lanciato l’allarme. Come abbiamo già anticipato, la magistratura inglese ha disposto l’autopsia per chiarire le cause della morte.

Non si tratta del primo caso simile, avvolto nel mistero, ovvero di un nostro connazionale morto all’estero in circostanze misteriose; era già accaduto due anni fa in Spagna, in Francia ed a Londra. Si tratta, ad ogni modo, del secondo lutto di questo tipo in meno di una settimana nel comune polesano, visto che la scorsa domenica dalla Cina era arrivata la notizia della morte della 27enne adriese Carlotta Portieri, figlia di un ex assessore di Porto Tolle. La giovane pare avesse perso la vita nella città di Chenndgu, cadendo al 19esimo piano di un palazzo nel quale divideva un appartamento col proprio compagno, anch’egli italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.