Suicidio Tiziana Cantone, inquirenti sbloccano l’iPhone della giovane: si fa luce sulla vicenda

sSi continua ad indagare sul suicidio della giovane Tiziana Cantone, la 31enne che lo scorso 13 settembre si è tolta la vita a Mugnano in provincia di Napoli, dopo la diffusione di alcuni suoi video hard sul web.Per chi non lo ricordasse, la 31enne di Mugnano fu protagonista di alcuni video hot inviati a quattro ragazzi conosciuti sui social network, finiti poi in rete; la ragazza aveva presentato denuncia, rimasta per un anno e mezzo in Procura, anche a causa di una parziale ritrattazione da parte della 31enne. La stessa, attraverso il suo legale, aveva dichiarato:“Non posso essere certa che a diffondere i video siano stati loro”. Nella giornata di ieri sembra essere giunta la notizia secondo la quale, sarebbe stato sbloccato il telefono cellulare di Tiziana, sblocco effettuato da parte dei Carabinieri, nell’ambito delle indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, e questo può davvero risultare determinante per una svolta nell’inchiesta che secondo quanto riferito dal legale Andrea Orefice ovvero il difensore della madre di Tiziana Cantone, risulta essere molto complessa e delicata.

Gli inquirenti campani, molto probabilmente utilizzando un metodo già usato dagli investigatori dell’Fbi americana per il caso della strage di San Bernardino nel dicembre 2015, pare siano riusciti a sbloccare l’Iphone 5 di Tiziana Cantone, trovando finalmente degli elementi piuttosto importanti che hanno fatto luce di alcuni aspetti della vicenda che al momento sembravano piuttosto oscuri. Tra i contenuti ritrovati figurano anche alcuni messaggi vocali registrati dalla giovane prima di morire; gli inquirenti hanno avuto accesso alle telefonate effettuate dalla giovane Tiziana prima di suicidarsi, messaggi ai due ex fidanzati. Venuta alla luce anche una conversazione Di Palo, che si sarebbe rivolto a lei con una battuta poco felice durante una lite, mentre in un altro scambio di sms Tiziana si sarebbe sfogata con un altro ex fidanzato, precedente alla storia con Sergio. Tra le prime indiscrezioni trapelate, ci sarebbe anche un sms dell’ex fidanzato che avrebbe scritto a Tiziana: “Per me sei solo un buco”.

 “Ci aspettiamo sviluppi, speriamo importanti, dallo sblocco del cellulare di Tiziana Cantone”, ha dichiarato il procuratore di Napoli Nord Francesco Greco. “Alcune settimane fa, avevamo deciso di non dar seguito alla rogatoria internazionale da inviare all’autorità americana affinché costringesse la Apple a sbloccare l’iPhone di Tiziana, perché avrebbe allungato di molto di tempi; grazie ai carabinieri abbiamo aggirato l’ostacolo”, ha aggiunto il Procuratore Francesco Greco. Una seconda indagine, per diffamazione è in corso da parte della Procura di Napoli, partita dalla denuncia presentata da Tiziana Cantone e dal suo ex fidanzato contro chi ha diffuso in rete i video. La famiglia di Tiziana Cantone attende giustizia per una morte che probabilmente ha una spiegazione che non è quella che al momento è apparsa davanti gli occhi di tutti, e per questo motivo bisognerà attendere ancora l’evoluzione della vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.