Terracina shock, caccia militare cade in mare: morto giovane pilota

E’ davvero incredibile quanto accaduto nel pomeriggio di ieri, domenica 24 settembre 2017, presso il Comune di Terracina ovvero nel Lazio e precisamente in provincia di Latina, dove un caccia militare è precipitato in mare. Stando a quanto emerso dalle prime indiscrezioni la terribile vicenda sembrerebbe avere avuto luogo intorno alle ore 17:00 proprio prima che avesse inizio l’atteso show delle Frecce Tricolori. Il capitano Gabriele Orlandi proprio in quel momento era impegnato in un’esibizione al comando di un Eurofighter Typhoon del Reparto Sperimentale di Volo quando all’improvviso gli spettatori presenti sul lungomare della località balneare in questione hanno potuto vedere il caccia compiere diverse giri in aria fino al momento in cui è andato a schiantarsi in acqua.

Una scena questa davvero drammatica alla quale hanno assistito in migliaia, tra questi anche i genitori e la compagna del capitano Gabriele Orlandi il quale proprio a causa del violento impatto ha immediatamente perso la vita. La compagna invece, che ha avuto modo di assistere all’incidente dalla spiaggia, è stata colpita da un malore e poco dopo è stata subito portata via dal 118. Cosa sia realmente accaduto e quindi cosa abbia causato il terribile schianto in acqua del caccia guidato dal comandante Gabriele Orlandi, un giovane uomo di appena 36 anni, non è ancora al momento chiaro. Risultano dunque sconosciute le cause dell’incidente come sottolineato proprio dall’Aeronautica militare la quale a sua volta ha fatto sapere di aver attivato tutte le procedure affinché vengano accertate tali cause. Quanto accaduto sta lasciando senza parole davvero moltissime persone e proprio il ministro della Difesa Roberta Pinotti insieme al Capo di Stato Maggiore della Difesa ovvero Claudio Graziano hanno fatto sapere di unirsi “al capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Enzo Vecciarelli nell’esprimere vicinanza e cordoglio alla famiglia ed alle persone più care e vicine al giovane pilota”.

Come affermato in precedenza erano davvero migliaia le persone presenti sul lungomare di Terracina che hanno dunque avuto modo di assistere al momento in cui il caccia militare si è schiantato in mare, e proprio alcuni dei testimoni hanno raccontato quanto hanno avuto modo di vedere. Tra questi vi è anche un fotoreporter reatino ovvero Gianluca Vannicelli il quale nel riferire la propria testimonianza ha raccontato di aver visto il caccia cadere proprio davanti ai suoi occhi in quanto volava molto basso nel corso dell’esibizione.

L’uomo ha poi concluso esprimendo quello che secondo lui è successo al pilota al momento dell’incidente e affermando per essere più precisi “È come se avesse sbagliato manovra quasi a pelo d’acqua. Non si è ripreso ed è finito a picco in mare. Abbiamo visto il tonfo e i pezzi del caccia volare in aria. Non ho visto il pilota lanciare.” Bisognerà quindi capire adesso cosa sia realmente accaduto e quindi quale sia il motivo che si nasconde dietro la morte del giovane capitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.