Terremoto ad Ischia, scossa causa crolli e 2 vittime: oltre 20 i feriti e tanti dispersi

Continua a tremare la terra e questa volta, una scossa di terremoto è stata registrata ieri sera alle ore 20:57 ad Ischia e lungo la costa flegrea. Centinaia di persone uscite in strada per il panico e pare si sia registrato anche un blackout elettrico nel centro di Ischia Porto, così come in altre zone dell’isola come Barano e Forio dove è stata avvertita distintamente la scossa di terremoto che ha avuto un magnitudo 3.6.

Il terremoto ha provocato crolli e almeno due vittime, una di queste è un’anziana donna di Casamicciola, morta dopo essere stata colpita dai calcinacci caduti dalla chiesa di Santa Maria del Suffragio. Tanti i residenti ed i turisti che hanno deciso di scendere in strada.Secondo quanto riferito dall’ Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia si è trattato di una scossa avvenuta intorno alle ore 20:57 di ieri, con magnitudo 3.6 profondità 10 km ed epicentro in mare a 1000 m circa dal faro di Punta Imperatore sulla costa occidentale dell’isola.

Diversi i comuni vicini interessati come Forio, Serrara Fontana, Lacco Ameno, Barano di Ischia e Casamicciola Terme.In tanti hanno effettuato telefonate di richiesta proveniente da tutta l’isola e diretto ai vigili del fuoco che hanno inviato una squadra di soccorso a Casamicciola per una situazione di criticità che sembra essere stata segnalata dopo la scossa. Da alcune fonti della regione, si apprende che le squadre dei pompieri impegnate sul fronte degli impegni sono state dirottate in alcune aree dell’isola per accertare eventuali danni a cose e persone. “Ho visto lesioni lungo una parete della struttura alberghiera che ci ospita. Al momento della scossa siamo fuggiti tutti in strada. Ho avuto tanta paura”, è questo quanto riferito da un professionista che si trova in vacanza nell’isola di Ischia il cuore ha descritto quanto è avvenuto a Lacco Ameno poco prima delle 21.00. Una ventina di persone sono rimaste ferite, due delle quali in gravi condizioni, mentre ci sarebbero una decina di persone disperse, rimaste sepolte sotto le macerie a Casamicciola e Forio.

“Mi stavo preparando per scendere quando si è avvertita la scossa, breve ma intensa. Siamo andati tutti in strada e ora mi accorgo di lesioni lungo alcuni muri della struttura”, ha aggiunto il testimone. A Casamicciola sono intervenuti i vigili del fuoco per una situazione critica verificatasi dopo la scossa e secondo quanto trapelato, alcune abitazioni sarebbero state danneggiate dal terremoto, in particolare una farmacia e una donna sarebbe rimasta ferita. Da fonti della Regione si apprende che le squadre dei pompieri impegnate sul fronte degli incendi, sono state dirottate in alcune aree dell’isola per accertare eventuali danni.

“E’ andata via la luce. Poi la terra ha cominciato a tremare. Siamo scappati tutti in strada. La gente urlava. E’ stato terribile”, hanno raccontato alcuni testimoni.La ricercatrice dell’Ingv del dipartimento Osservatorio vesuviano, Francesca Bianco, spiega all’Agi che la scossa è stata fortemente avvertita nell’isola ma è avvenuta in mare. “Stiamo facendo le necessarie verifiche per definire la localizzazione in maniera accurata” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.